spettacolo

Addio a Erin Moran, l’indimenticabile “sottiletta” di Happy Days

ROMA – Nel sonno mano nella mano con il marito Steve Fleischmann. Così ci ha lasciato Erin Moran, a soli 56 anni, l’indimenticabile “sottiletta” di Happy Days.

Erin Moran, la struggente lettera del marito

Una lungo post o meglio una lunga lettera postata sulla pagina Facebook Happy Days International Fan Club. Così Steve Fleischmann ha consegnato al mondo degli appassionati della serie tv Happy Days la notizia della morte di Erin Moran. L’attrice si è spenta dopo una lunga e grave malattia nel sonno, mano nella mano del marito. “Guardava la tv nel letto, mi sono steso accanto a lei e le ho tenuto la mano. Mi sono risvegliato un’ora più tardi, le tenevo ancora la mano ma lei se n’era andata”.

Erin Moran, uno dei sorrisi più belli della Tv

“Il Norton Cancer Institute – scrive il marito di Erin – non ci ha mai detto quanto fosse grave. Si era diffuso alla milza, aveva molto liquido nei polmoni e si era esteso anche a parte del cervello. Il medico legale ha detto che anche se fosse stata in ospedale, non ce l’avrebbe fatta. Ha detto che è stato meglio che si trovasse con me e che sia morta nel sonno”. Una malattia veloce e implacabile. “A fine novembre – spiega ancora il marito dell’attrice – Erin si è svegliata e c’era una macchia di sangue sul cuscino. Nei giorni seguenti il sangue è aumentato così siamo andati da un otorinolaringoiatra che ci disse che voleva fare una biopsia. Venne fuori che si trattava di un carcinoma a cellule squamose. Ha iniziato a fare radioterapia e chemioterapia. Cinque giorni alla settimana la radioterapia e la chemioterapia solo il giovedì”. “Alla fine di febbraio Erin non riusciva più a parlare, mangiare o bere. Aveva un sondino per alimentarsi e le davo da mangiare dalle 6 alle 8 volte al giorno. Era ancora felice, attiva e mandava messaggi agli amici tutto il giorno. Poi le 48 ore che hanno condotto alla morte”.