spettacolo

No Vacancy, il nuovo singolo degli OneRepublic dopo il crollo nervoso di Ryan Tedder

nuovo singolo degli OneRepublicROMA – Si chiama No Vacancy, il nuovo singolo degli OneRepublic. Il primo dopo una lunga assenza.

Il gruppo, capitanato da Ryan Tedder, infatti, non si sentiva in radio con un nuovo brano dal gennaio scorso quando la band ha pubblicato Let’s Hurt Tonight.

Il nuovo singolo degli OneRepublic segna il ritorno dopo il crollo nervoso di Ryan Tedder. La lettera ai fan

Mesi di pausa a causa di un quasi crollo nervoso che Tedder ha attraversato. Il cantautore, presentando il nuovo singolo, ha spiegato ai fan in una lunga lettera su Facebook lo stato d’animo dei mesi scorsi. Stato d’animo che ha messo in pausa qualsiasi tipo di promozione o apparizione pubblica.

“Siamo in una band da 10 anni ormai”, ha scritto il frontman. Da allora la popolarità degli OneRepublic non è mai diminuita. Anzi. “È stato nonstop…album, tour, album, tour, ecc…”. Più o meno nel periodo di Kids, quindi 8 mesi fa, Ryan non ce l’ha fatta più. “Ho sbattuto contro un muro fisico, emozionale e psicologico. Ero sull’orlo di una crisi di nervi”, ricorda. “Non dormivo, prendevo medicine, non ero felice, avevo l’ansia. Il tutto innescato da un assoluto sfinimento”. È così che è arrivato il momento di fermarsi a riflettere.

Il nuovo singolo degli OneRepublic e il crollo nervoso di Ryan Tedder. Ecco un estratto della lettera ai fan

“Ho guardato il calendario e ho realizzato che erano passati circa 200 giorni del 2016 e avevo ancora 3 settimane in cui non c’ero stato e non ci sarei stato…per la mia famiglia, mia moglie, i miei bambini, i miei amici e fondamentalmente per la mia vita. Era stato così per gli ultimi 10 anni. Per un momento ho pensato di lasciare e l’ho quasi fatto. Ho chiamato il mio manager e gli ho detto ‘stacca la spina’. Cancella i promo tv, il prossimo singolo e l’album. Avevamo anche un tour pianificato per Febbraio in Europa e nel resto del mondo. Saremmo stati via di nuovo per anni. Il sol pensiero mi ha fatto sudare e mi ha quasi fatto venire un infarto. Ho smesso di scrivere canzoni. Non avevo la motivazione o la gioia necessaria. Adesso è tutto passato”.

Una pausa, però, era necessaria e la casa discografica della band ha accontentato senza problemi Ryan e i suoi colleghi. Quattro mesi pieni di stop per ricaricare e capire che la band aveva bisogno di cambiare il suo approccio con la musica e con i tour. nuovo singolo degli OneRepublic

“D’ora in poi – scrive Ryan – rilasceremo musica il più spesso possibile…mensilmente e qualche volta settimanalmente. Sarà varie e avrà delle collaborazioni”. Con varia si intende anche “remix o solo voce e piano/chitarra”. Per il frontman e per tutta la band fare sempre la stessa musica non è l’ideale. È parte di quello che contribuisce a far salire l’ansia. “Non seguiremo le mode – aggiunge – ma reagiremo a quello che ci circonda, non proveremo a riscrivere pezzi del nostro passato ma alcuni saranno inevitabilmente nostalgici”.

Il nuovo singolo degli OneRepublic: No Vacancy

No Vacancy nasce dalla collaborazione con Tor e Mikkel. In una parola sola Stargate con cui Ryan ha lavorato agli inizi di gennaio. “No Vacancy è stata la seconda canzone che abbiamo scritto. La sessione non era cominciata con l’intento di scrivere canzoni per gli OneRepublic. Stavamo scrivendo una canzone in stile Gotye per Selena”, ha scritto il cantautore, raccontando di più sul nuovo singolo.

Il brano è in pieno stile caraibico ma c’è un motivo. “L’idea iniziale per il testo mi è venuta pensando ai miei bambini ma chiunque può identificarsi”, ha raccontato. Poi “abbiamo fatto un concerto ai Caraibi e lì ho finito di scrivere testo, voce e musica. Ho reagito a quello che avevo intorno a me, l’isola e le palme”.

Ryan, però, avverte: “Non è il primo singolo, è solamente la canzone per Aprile. È divertente, è estiva, è una canzone che alcuni ameranno e altri no ma onestamente non mi interessa. Ci piace”. Per il momento, viste le visualizzazioni del lyric video, i fan sembrano apprezzare. Tanto di guadagnato se si può ascoltare musica nuova della propria band preferita più spesso.