attualita

I colori sposano l’arte, al via la prima edizione di ChROMAtica Festival

ROMA – Venerdì 5 maggio 2017 alle ore 17.00 nello Spazio Factory del Macro Testaccio a Roma verrà inaugurata la prima edizione del ChROMAtica Festival, che nasce da un’idea di Laura Pietrocini e Giuliana Bof, in seguito a un progetto da loro realizzato sul compositore russo Alexander Scriabin. La direzione artistica è di Laura Pietrocini, la consulenza artistica è curata da Eduardo Tasca con la collaborazione di Flavia Frazzi. Madrina del Festival è l’attrice Simona Borioni, con la partecipazione straordinaria fra gli altri di Cristina Caruso, Giada Desideri, Myriam Fecchi, Pino Gagliardi, Cinzia Malvini e Marzia Ponzi. La giornata di inaugurazione verrà presentata da Myriam Fecchi nota voce di RTL e da Eduardo Tasca.

ChROMAtica è un evento unico nel suo genere. Prima edizione assoluta a Roma del festival multidisciplinare che coinvolge tutte le forme d’arte e fa della “SINESTESIA” l’anima del progetto. Linea conduttrice sono i Colori per “percepire insieme”, per esempio il colore di un suono, il profumo di una parola, il gusto di una luce. ChROMAtica Festival, rivolto a qualsiasi fascia di età riuscirà, inoltre, a creare un’ambita comunione e interazione tra tutte le arti. L’idea nasce dalla ricerca del compositore Scriabin, del rapporto tra suono e colore, che ha stimolato le due ideatrici ad ispirarsi ai Colori come veicoli in grado di coinvolgere ed attrarre le diverse discipline artistiche. Promosso da Roma Capitale, Assessorato Sport e Politiche giovanili, Spazio Factory, Zetema – Servizi museali, con il patrocinio della Regione Lazio. Prodotto dall’Associazione Ars Trio di Roma in collaborazione con Arte2o e Ottava Srls.

ChROMAtica presenta un nuovo modo di fruire la cultura e di concepirne le molteplici declinazioni. Le capacità recettive dello spettatore saranno messe alla prova grazie alla fusione delle molteplici forme di espressione artistica, ciascuno dei partecipanti ne uscirà con un messaggio diverso, senza imposizioni dualistiche “pubblico/artista”. Non solo: il Festival avrà l’obiettivo di avvicinare alla cultura considerata ‘alta’ anche i target generalmente esclusi attirando un ampio pubblico, soprattutto giovane, e sfruttando una location alternativa. Il coinvolgimento dell’Università John Cabot di Roma, dell’Accademia Internazionale Musicale di Roma, dell’Accademia del Lusso di Roma, del Liceo Coreutico – Convitto V. Emanuele II e del Conservatorio Ottorino Respighi di Latina prevedrà attività laboratoriali alla fine delle quali saranno prodotte delle opere che entreranno a far parte del festival.

Quest’anno sono stati scelti i colori: BIANCO-NERO, ROSSO, VERDE, GIALLO, BLU e la POLICROMIA per la giornata di chiusura. Ad ogni colore saranno abbinate delle parole chiave, utilizzate per richiamare i diversi punti di vista emozionali ed associativi

.

Radio Incontro donna, media partner della manifestazione, seguirà il festival con interviste e collegamenti in diretta, attraverso una postazione permanente. Le esposizioni e performance si svolgeranno ogni giorno fino alle 22,30 per poi proseguire con un Dj set che intratterrà gli ospiti presenti. Il Festival sarà presente nello Spazio Factory del Macro dal 5 al 7 maggio e dal 12 al 14 maggio 2017.