spettacolo

Kudos -Tutto passa dal web, il programma che racconta la rete e le sue dinamiche

ROMA – Kudos – Tutto passa dal web è ormai ai nastri di partenza. Il nuovo programma di Rai 4 andrà in onda il lunedì in seconda serata  alle 23:15. Da domani 8 maggio per 8 settimane.

Condotto da Leonardo de Carli, Diletta Parlangeli e Giulia Arena il format presenta nella prima puntata, in anteprima per l’Italia, immagini in esclusiva di Alien Covenant, l’ultimo film della saga diretta da Ridley Scott, tra poco in uscita in Italia. Ovviamente uno dei temi della prima puntata sara proprio Alien.

L’origine greca del termine

Kudos è un termine di origine greca usato spesso oltreoceano. In origine significava “gloria”, “fama”: online, è il modo sintetico con il quale si manifesta apprezzamento per qualcosa. Una sorta di “ben fatto”, un complimento spontaneo comunicato a qualcuno con una parola tanto colloquiale, quanto epica (si trova spesso come hashtag).

Il confine tra web e mondo reale non esiste più, per questo “Kudos” mette in primo piano la rete e le sue dinamiche: approfondimento e analisi senza dimenticare la leggerezza. Tutto passa dalla Rete, ma non è lì che si ferma: attualità, cinema, serie tv e temi più legati a internet come pirateria, tutela della privacy, cyberbullismo, deep web sono il cuore del programma. Contributi video, tutorial, conduzione dinamica sono al servizio degli spettatori che, in diretta, possono interagire tramite tutti i canali messi a disposizione.

I giovani conduttori

La conduzione è affidata a Giulia Arena e Leonardo Decarli. Con loro per approfondire e analizzare alcuni degli argomenti discussi in puntata anche la giornalista Diletta Parlangeli. La redazione del programma, composta da una squadra di millennials, è presente in studio e interviene in qualsiasi momento per fornire curiosità, aggiornamenti e dettagli sui temi trattati. In studio, ospiti e personaggi del web raccontano la Rete nelle sue sfaccettature più inedite e controverse. Gli account social di Kudos sono sempre attivi e la redazione web coinvolge gli utenti con interviste su Facebook Live, video e sondaggi.