sport

Il punto sulla serie A: Juve nella storia, sesto scudetto consecutivo!

il punto sulla serie aROMA – Il tempo di sognare è durato, si e no, una ventina di ore: Napoli e Roma che negli anticipi “balneari” del sabato, insediavano i bianconeri e riaprivano la lotta scudetto, serviva a fare il titolone. E basta. Perché la Juventus che si cuce il 33esimo (35 se consideriamo i due revocati dopo i fatti del 2006) tricolore sul petto, lo fa sbranando il malcapitato Crotone, a cui non da neanche per un momento l’impressione di essere salito alla Stadium a giocarsi una salvezza miracolosamente vicina.

“Giallorossi e partenopei si occupino di faccende loro”: questo pare dire la corazzata di Allegri. “Salutate Totti e chiaritevi con De Laurentis”; per lo scudetto non è aria” sembrano sussurrare i bianconeri. La Juventus ha potuto rallentare e perdere qualche punto, senza compromettere nulla, anzi: in quattro giorni ha inanellato due dei tre trofei che le servono per usare quella parolina presa a prestito dalla Spagna: ad oggi, il Triplete appare più vicino che mai. I nostri riassunti.

Il punto sulla serie A: 6 nella storia

Lo dicono i numeri, lo dicono tutti: la Juventus che vince il suo sesto scudetto consecutivo non ha eguali in nessun torneo continentale, se non calcoliamo i tredici campionati consecutivi dei norvegesi del Rosenborg o i nove degli ucraini della Dinamo Kiev. Non lo faremo, appunto, per non dover fare scomodissimi paragoni. Tutti a dire: sei leggenda, sei nella storia. Tutto vero, noi ci limiteremo solo a dire: sei la squadra più forte d’Italia, a breve sapremo se d’Europa. Una stagione da incorniciare, col suo tecnico a fare da scudo quando serviva (dopo il fattaccio del non gol di Pjanic contro il Milan a San Siro) e da inquisitore quando si doveva (memorabile lo sfogo dopo la sconfitta di Doha sempre contro i rossoneri). È la Juventus di Allegri, dunque: ma è anche quella di Higuain, Buffon, Chiellini, Bonucci, e via discorrendo. Ora tutti a dire, che succederà, nel futuro? Parliamone dopo Cardiff. Intanto che festa sia.

Il punto sulla serie A: il campionato degli altri

Roma e Napoli, strano destino: solo l’enormità dell’impresa Juventus getta un po’ d’ombra sugli esiti del campionato disputato dalle due compagini: a quelle vette, e con i punti incamerati dalle due, si vincono gli scudetti. Se c’è la Juve di mezzo, però, la cosa si complica maledettamente. Torna in Europa anche il Milan, sarà Europa League e con il doppio preliminare: di questi tempi, però, non si butta via nulla. Infine, la corsa salvezza: c’è ancora un posto da assegnare tra Crotone ed Empoli; domenica sarà dentro o fuori, con l’ultimo verdetto ancora da scrivere. Poi titoli di coda.