attualita

Mark Zuckerberg, laurea ad honorem ad Harvard

ROMA – E’ tornato lì dove tutto è cominciato. Mark Zuckerberg ha ricevuto la laurea ‘ad honorem’ ad Harvard, la stessa università che aveva lasciato nel 2005 per inseguire il suo progetto: Facebook.

Zuckerberg come Bill Gates

Proprio come Bill Gates, che ha abbandonato gli studi per dare vita all’impero Microsof, il papà del social per eccellenza ha preferito accantonare i libri per mettere in pratica le sue idee.

In occasione della consegna del suo riconoscimento, Zuckerberg ha parlato ai laureandi del famoso ateneo. Ha espresso la sua visione del mondo futura ed esortato i giovani all’azione: “Ogni generazione espande la sua definizione di eguaglianza. E adesso tocca alla nostra generazione definire un nuovo contratto sociale” ha detto.

Il manifesto di Zuckerberg

”Cambieremo lavoro e ruoli molto spesso, abbiamo quindi bisogno di sanità e assistenza dei bambini accessibile, che non sia legata al datore di lavoro” ha spiegato il giovane milionario. Parole le sue, ch in più di un passaggio sono risuonate come un vero e proprio manifesto programmatico: ”Questa la sfida del nostro tempo. La forza di libertà, apertura e comunità globale contro le forze di autoritarismo, isolazionismo e nazionalismo. Forze per il flusso di sapere, commercio e immigrazione contro quelle che li rallenterebbero. Questa non è una battaglia delle nazioni. E’ una battaglia delle idee”. Ad accompagnare Zuckerberg la moglie Priscilla, anche lei ex studentessa di Harvard.