attualita

L’Universita’ Niccolo’ Cusano consegna 300 attestati a studenti ‘Alternanza scuola-lavoro’

Roma – Una giornata di festa questa mattina nell’Aula magna dell’Universita’ Niccolo’ Cusano, a Roma, dove si e’ celebrata la tappa conclusiva del progetto di ‘Alternanza scuola-lavoro Radio Cusano Campus 2016/2017′. A testimonianza dell’impegno dell’ateneo rivolto ai percorsi di Asl, e’ stato firmato un Protocollo d’intesa tra Miur, Ufficio scolastico regionale per il Lazio e Universita’ Niccolo’ Cusano. I saluti di Fabio Fortuna, magnifico rettore dell’Unicusano, hanno introdotto i relatori: Gildo De Angelis, direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale del Lazio, Michela Corsi, dirigente Ufficio scolastico regionale per il Lazio, Fabrizio Proietti, dirigente Miur per gli Ordinamenti scolastici e la Valutazione del sistema, Antonino Mancuso, coordinatore regionale Sport Usr Lazio, e Piercarlo Fabi, conduttore Radio Cusano Campus e tutor del progetto.

“L’alternanza scuola-lavoro e’ una delle grandi novita’ della legge 107 che permette ai ragazzi di accostarsi al mondo del lavoro, favorendo cosi’ le loro future scelte lavorative”. Per De Angelis “fino ad oggi l’Ufficio scolastico regionale ha sottoscritto 16 protocolli di intesa con una serie di soggetti esterni con le universita’ e il mondo del lavoro per consentire ai ragazzi di poter scegliere. Le difficolta’ ci sono soprattutto perche’ nel Lazio non ci sono tutte quelle industrie presenti in altre regioni del Nord, quindi dobbiamo adattarci con quello che abbiamo”. Una legge, la 107, che permette loro di usufruire anche di strumenti utili alla valutazione del percorso svolto, come ha ricordato Proietti: “Questo convegno oggi e’ stato molto interessante perche’ abbiamo avuto l’opportunita’ di ascoltare i ragazzi, ma ritengo sia molto importante che in un’esperienza di alternanza scuola lavoro i ragazzi sappiano quali sono le regole che governano l’intero sistema dell’alternanza. Si e’ notato che magari non sanno quali sono i canali di comunicazione- ha concluso- primo fra tutti questo giudizio che la legge prevede che diano gli studenti sull’efficacia e la coerenza dei percorsi di alternanza”.

Dopo gli interventi dei relatori e le testimonianze dei ragazzi, sono stati consegnati gli attestati di partecipazione ai quasi 300 studenti appartenenti ai diversi Istituti scolastici romani che hanno partecipato alle attivita’ di alternanza proposte dall’ateneo. Un’esperienza, quella degli studenti impegnati nelle attivita’ della Radio Cusano Campus, che ha permesso loro di vedere il lavoro che c’e’ dietro le quinte di una radio . Un successo che il rettore ha voluto sottolineare: “I ragazzi sono soddisfatti perche’ qui hanno potuto realizzare l’alternanza scuola lavoro nella nostra radio, un’emittente che si e’ imposta all’attenzione per questa sua capacita’ comunicativa che ha trasmesso anche agli studenti. Il risultato- ha concluso Fortuna- che ne e’ emerso e’ stato un successo, gli studenti entusiasti e quando passavo personalmente dagli studi radiofonici li trovavo contenti, felici e con tanta voglia di fare”.

Confrontarsi con il mondo del lavoro significa anche abbattere barriere, timori e pregiudizi: “All’inizio fra i ragazzi c’era curiosita’, ma anche diffidenza e paura perche’ il mondo della radio e’ un mondo tanto conosciuto quanto inesplorato e difficile da conoscere dal vivo” ha dichiarato Gianluca Fabi, direttore di Radio Cusano Campus. “La radio ha il potere di trasformare le passioni in qualcosa di bello e straordinario- ha continuato- e cosi’ e’ stato anche per i ragazzi che sono usciti sempre ringraziandoci per il lavoro svolto. Questo e’ stato possibile anche grazie allo staff di Radio Cusano Campus che hanno svolto un lavoro eccezionale”.

I novelli conduttori radiofonici si sono cimentati in diverse attivita’, tra cui: la lettura critica dei quotidiani sotto la guida del professore di Storia contemporanea della Cusano, Silvio Berardi; preparare una trasmissione radiofonica; svolgere un’intervista; scoprire i segreti della diretta e del montaggio radiofonico; capire come funziona la post-produzione di un programma radiofonico; capire e partecipare alla ‘costruzione’ di un giornale radio. Il progetto ‘Alternanza scuola-avoro’ dell’UniCusano prevede: 25 ragazzi a settimana ospitati presso Radio Cusano Campus; 40 ore settimanali per un progetto formativo che prevede 200 ore per i licei e 400 ore per gli istituti tecnici e professionali; al termine del percorso l’ateneo rilascia un attestato nominativo che i ragazzi potranno trasformare in crediti scolastici o universitari.