spettacolo

Pirati dei Pirati dei Caraibi La Vendetta di Salazar è box office

Pirati dei Caraibi 5ROMA – Caldo estivo e cinema non sono un binomio perfetto ma alcuni titoli, Pirati dei Caraibi: La Vendetta di Salazar ad esempio, riescono a trascinare ancora il pubblico in sala. I dati del box office lo confermano.

Pirati dei Pirati dei Caraibi: La Vendetta di Salazar è box office

Il week end è appena cominciato ma i dati di mercoledì e giovedì confermano Pirati dei Caraibi: La Vendetta di Salazar campione al botteghino. Nella giornata di giovedì il film ha incassato 592mila euro, un po’ sotto l’incasso dell’episodio precedente. Un buon viatico comunque per le serate di sabato e domenica, giornate preferite per i cinefili di tutte le età. Oltre ai Pirati di Johnny Depp spiccano i titoli Fortunata, Scappa – Get Out, 47 metri e Alien: Covenant. Le nuove uscite, invece, tutte sotto la decima posizione. La più vista è quella di Cuori Puri. A seguire Ritrae tto di Famiglia con Tempesta e 2Nigh, film quest’ultimo che, sempre giovedì, ha incassato appena 900 euro.

Pirati dei Pirati dei Caraibi: La Vendetta di Salazar non piace alla critica

Dal 2003, anno de Pirati dei Caraibi – La maledizione della prima luna, ad oggi di mare ne hanno solcati i pirati della Disney. Una saga che, anche grazie alla bravura di Johnny Depp, non ha mai stancato anche se il quinto capitolo, l’ultimo, sembra non aver convinto la critica. Il confronto cui è chiamato è soprattutto economico. I primi quattro capitoli hanno incassato, infrangendo non pochi record, quasi 4 miliardi di dollari in tutto. In particolare il secondo e il quarto capitolo hanno incassato al botteghino oltre un miliardo ciascuno. Il compito per Pirati dei Caraibi: La Vendetta di Salazar, costato ben 230 milioni di dollari, non sarà quindi facile. Un compito reso ancor più difficile dai giudizi impietosi della critica. Basti pensare a quanto scritto dal New York Times, “a stento è un film. Una fregatura anche se qualcuno vi pagasse per andare a vederlo”. Per Variety, invece, la pellicola è solo un mero esercizio per mantenere viva la saga.