libri

David Bowie diventa fumetto Nel paese di Mister Coltello. Diregiovani incontra gli autori

Nel paese di Mister ColtelloNAPOLI – 50 cartelle, 96 pagine per raccontare David Bowie nella grafich novel Nel paese di Mister Coltello. Un viaggio emozionante, “ma non esaustivo” come dichiara l’autrice, nella vita e nelle opere di uno dei personaggi più emblematici del nostro tempo. Il volume, edito da Les Mots Libres edizioni, porta la firma della scrittrice Federica Iacobelli e dell’illustratore Leonard, al secolo Leonardo Torchi.

Nel paese di Mister Coltello, una sfida editoriale

Sono le canzoni di David Bowie il motore de ‘Nel paese di Mister Coltello’ primo titolo della neonata Les Mots Libres edizioni. Il volume, primo titolo della nuova collana “Vidas”, è ora impegnato in tour promozionale lungo la Penisola. Tour che lo porterà anche al RAINBOWie festival di Milano, al cospetto dei fan della star.

Les Mots Libres edizioni

Anno di edizione: marzo 2017 Formato: 20cm x 20cm, illustrato Rilegatura: brossura Copertina: cartonata Pagine: 96 Prezzo: 18,50 €

“Siamo molto convinti dell’editoria indipendente e di alcuni titoli che possono fare la differenza”, confessa a Diregiovani Marilù Manzolillo della casa editrice Les Mots Libres edizioni. ‘Nel paese di Mister Coltello’, uno di questi titoli. “Il riscontro dei lettori a due mesi dalla sua uscita è molto bello e interessante. Un titolo che ci sta dando ragione”. “Non siamo partiti dal personaggio” David Bowie. “Siamo partiti dalle illustrazioni di Leonard. Abbiamo avuto tra le mani le illustrazioni e ci sono piaciute tantissimo. Hanno avuto su di noi un effetto enorme. Lo stesso che hanno avuto i lettori e i fan della star”. Nella penna di Federica Iacobelli, poi, il completamento dell’esperienza editoriale. Il libro per scelta dell’editore non è disponibile sui circuiti tradizionali come Amazon. Si può acquistare direttamente in libreria o sui canali ufficiali della casa editrice. “Una scelta per far crescere anche l’azienda” – conclude Marilù Manzolillo. E David Bowie non è che il primo volume della nuova collana dedicata alla vita dei “grandi”.

Nel paese di Mister Coltello, incontro con il mito

Non è mai facile scrivere, o come in questo caso anche illustrare, la vita di un grande personaggio, di una pop star senza tempo. Il rischio di cadere nell’agiografia o nella banalizzazione del “grande” è sempre dietro l’angolo. In “Nel paese di Mister Coltello” l’espediente è stato trovato nella protagonista Stella Stern che si ritrova improvvisamente a scoprire, come una moderna Alice, le travolgenti meraviglie della figura di Mister Coltello. Un nuovo appellativo, questo, che va finalmente ad aggiungersi ai tanti, usati e abusati, con cui si indica il trasformista Bowie.

Nel paese di Mister Coltello, voce ai “protagonisti”

Arrivare al cuore della star e dell’uomo Bowie è stato possibile anche grazie all’incontro tra Leonard, illustratore e fan del cantante, e Federica Iacobelli che ha, da sempre “guardato all’artista con ironica distanza”. Ciò che ha mosso Leonard è stata la voglia di “spiegare il personaggio Bowie a un pubblico che non ha mai avuto la possibilità di approfondirlo. Volevamo raccontare l’uomo e non solo il mito”. Nel paese di Mister Coltello, gli fa eco Federica Iacobelli, “è un racconto biografico fantastico non esaustivo. Un viaggio nelle opere e nella vita di Bowie attraverso gli occhi di Stella”. Incontri della protagonista che “illuminano aspetti non solo del mito, ma anche aspetti di un uomo come tutti che è stato anche un grande artista”.