esteri

Londra. Grenfell Tower, chiese aperte e volontari in aiuto delle persone evacuate

ROMA – Chiese aperte a Londra per accogliere fin da questa notte le persone evacuate dalla Grenfell Tower, dove uno spaventoso incendio ha quasi completamente distrutto il grattacielo di 24 piani a North Kensington, non lontano da Notting Hill nella parte ovest della capitale britannica, vicino alla stazione di Latimer Road: nei suoi 120 appartamenti vivevano circa 500 persone di diverse etnie e religioni.

“St. Clement’s Church” aperta per gli evacuati

Volontari della “St. Clement’s Church”, che si trova nelle vicinanze della Grenfell Tower, stanno offrendo colazione e ristoro alle persone che sono state evacuate dal grattacielo. Lo stesso Justin Welby, arcivescovo di Canterbury, leader spirituale della Chiesa anglicana, ha invitato i londinesi a pregare per quanti sono coinvolti nel tremendo incidente ma anche a donare alla Chiesa di St. Clements tutto il necessario per accogliere le persone. C’è bisogno di vestiti, cibo, coperte.

Ancora incerto il numero delle vittime

La macchina della solidarietà è partita. Trenta le persone portate in ospedale, duecento i vigili impegnati. L’incendio ha provocato diverse vittime, ma per ora non è possibile specificare quante siano. Ancora incerte anche le cause. Il grattacielo è stato costruito nei primi anni ’70 ed è una delle tante case popolari edificate dal governo britannico per fornire alloggi sovvenzionati dallo Stato a famiglie a basso reddito.