fotogallery

Ecco come i gatti hanno conquistato il mondo (non solo quello del web)

gatti hanno conquistato il mondoROMA – Un impero costruito 10000 anni fa che ancora oggi domina il mondo.
Un nuovo studio svela come i gatti siano riusciti a soggiogare gli esseri umani prima ancora di quanto si pensi.
La strategia di conquista felina è iniziata nella civiltà del Vicino Oriente, per poi diffondersi poche migliaia di anni più tardi nell’antico Egitto.
10000 anni dopo, i felini vivono in tutti i continenti, ad eccezione dell’Antartide.
I gatti hanno conquistato il mondo.

I ricercatori hanno usato la genetica per creare la più ampia mappa mai realizzata del percorso dei gatti verso la dominazione mondiale, pubblicata questa settimana nella rivista Nature.
Grazie allo studio del DNA di 209 antichi gatti provenienti da Europa, Africa e Asia, tra cui alcune antiche mummie di gatto egiziano, è stato possibile comprendere l’espansione felina e come essa è avvenuta.

aoshima isola dei gatti (1) gatti-ninja vita-segreta-gatti shishi maru gatto (8) scienza del gatto gatto gatto
<
>

Gatti cacciatori di topi

I gatti domestici moderni discendono da un solo tipo di gatto selvatico: Felis silvestris lybica.
Il regno dei lybica inizia nel Vicino Oriente, una regione che si estende dalla Turchia moderna fino al Libano.
Circa 10.000 anni fa, gli agricoltori hanno iniziato a conservare il grano, che ha attirato topi, che a loro volta hanno attirato i gatti selvatici.
Questi si adattarono all’ambiente domestico mentre gli uomini iniziarono a trarre vantaggio dalla loro presenza.
Col tempo nacque un sodalizio tra gli agricoltori e i felini, che diventarono compagni di viaggio degli esseri umani.

Nei campioni di DNA analizzati, è stata scoperta una sola firma genetica sia nella porzione asiatica della Turchia che in Bulgaria più di 6000 anni fa.

Ciò indica che i gatti erano stati portati in barca con i primi agricoltori che colonizzarono l’Europa. La stessa firma genetica è apparsa anche più di 5.000 anni fa in Romania, così come circa 3.000 anni fa in Grecia.

Dall’Egitto all’Europa: inarrestabile espansione felina

La seconda grande ondata di diffusione felina avvenne nell’Antico Egitto.

Come sappiamo dalle testimonianze archeologiche, i gatti cominciarono a vivere con gli antichi Egizi almeno 3500 anni fa. Ma il DNA dimostra che i felini egiziani hanno cominciato ad espandersi attraverso il Mediterraneo, mescolandosi con i gatti del Vicino Oriente per poi dirigendosi attraverso i Baltici.

Quando iniziò l’Era Vichinga esplose l’espansione di felini egiziani, probabilmente a causa della popolarità dei gatti a bordo delle navi che viaggiavano lungo i percorsi commerciali, per tenere alla larga i topi.

Il DNA del gatto egiziano, infatti, è stato trovato in un porto vichingo, suggerendo che i gatti sono stati trasportati sulle rotte commerciali marittime nell’Europa settentrionale.

I gatti soriani, oggi i più comuni, apparvero solo nel Medioevo.
La prova del DNA suggerisce che la mutazione del gene che provoca le classiche striature del pelo, commparvero nei filini in Turchia occidentale solo nel XIV secolo.

gatti-scatole-1 gatti-pisolino-4 gatti-pisolino-2 gatti-pisolino gatti-pisolino-1 gatti-pisolino-5 gatti-pisolino-3 gatti-pisolino-9 gatti-pisolino-7
<
>

I gatti hanno conquistato il mondo

Nel corso dei secoli, i gatti si sono diffusi in tutto il mondo, poiché divennero preziosi più per la loro bellezza che per le loro utilità.

Oggi, i gatti si trovano in tutto il mondo e hanno conquistato anche quello virtuale: sono loro i padroni incontrastati del web.