libri

Nerve dalle pagine al grande schermo, storia di un gioco pericoloso

NerveROMA – Nerve, piccolo capolavoro letterario, tradotto in ben 20 lingue, è oggi anche un film di successo. Diregiovani ha “incontrato” l’autrice americana Jeanne Ryan per provare a comprendere le origini di un tale e immediato successo. In Italia il libro è edito dalla Newton Compton Editori per la Collana: Vertigo.

Primo romanzo che già diventa un film dal grande cast. Trovata la formula magica?

Vorrei davvero aver trovato la formula magica, così da poterla usare più e più volte! Dovrei menzionare che, nonostante Nerve sia il mio primo romanzo ad essere pubblicato, è in realtà il quinto che ho scritto, quindi, qualsiasi sia la formula, la persistenza ne fa sicuramente parte. In questo mercato ci sono molte cose che influiscono, come la fortuna, il lavorare sodo, e le opportunità, ma anche imparare il mestiere e avere tempo da dedicargli. Se ami scrivere, fallo, ma è una buona idea anche avere un lavoro che ti paghi le bollette.

Una storia che dentro si porta la televisione, la moda dei reality e la cultura pop giovanile tra rete e vita vissuta…

Sì, la vedo come una storia che riflette le situazioni che osservo online, in TV, e che studia come leNerve persone coniugano queste realtà con la vita vera. Ricordo quando vidi per la prima volta un reality show. Pensai a quanto fosse crudele far lavorare i concorrenti come un team e poi costringerli a nominare qualcuno alla fine. Quanto si debbano sentire tradite le persone! (E quanto mi sento ingenua io ora.) Non ci è voluto molto perché i comportamenti in TV e online degenerassero, e continuassero ad degenerare, verso livelli non solo crudeli, ma anche imbarazzanti e pericolosi. Cosa guida quei comportamenti? Certamente contano i premi, la fama. A volte persino l’amore, ma a che punto dobbiamo arrivare per darci un freno? Penso dovremmo tutti fare un passo indietro e considerare quanto siamo manipolabili, non solo tramite giochi o l’intrattenimento, ma anche in come assumiamo le informazioni dai media e formiamo le nostre opinioni.

Undici fratelli e sempre in giro per il mondo. Un’idea di Jeanne Ryan sui giovani globalizzati. Sono davvero tanto simili come ci raccontano i media?

Penso che per la maggior parte sì. Di sicuro, i media ritraggono le cose in maniera più esagerata della vita vera, il che può fissare degli standard poco realistici. Più siamo educati alla capacità di interpretare il mezzo, separando i fatti dalla finzione, più siamo in grado di fare le scelte giuste. Mi piacerebbe vedere come ciò venga affrontato in altri paesi, dal momento in cui penso che in America si possa fare di meglio, di questi tempi.

Nerve, il romanzo

Collana: Vertigo Traduzione: Ilaria Ghisletti Pagine: 256 Prezzo: 9,00 e-book: 4,99

Quando viene selezionata come concorrente per Nerve, gioco in diretta online, Vee non è sicura che avrà il coraggio necessario ad affrontare tutte le sfide. Eppure chiunque si nasconda dietro Nerve sembra conoscerla alla perfezione. Sapere esattamente ciò che desidera. I premi sono allettanti e il suo partner nel gioco è il ragazzo perfetto. Il brillante e sensuale Ian. In un primo momento tutto si rivela incredibilmente divertente. I fan di Vee e Ian tifano per loro e li spingono ad alzare la posta con imprese sempre più rischiose. Ma il gioco ha una svolta poco chiara. I partecipanti vengono indirizzati verso una località segreta con altri cinque giocatori per il round del Gran Premio. E’ la finale di Nerve. Improvvisamente stanno giocando il tutto per tutto e in palio c’è la loro vita. Fino a che punto il sangue freddo di Vee la sosterrà per andare avanti?

Nerve, il film

Un film campione di incassi diretto da Henry Joost & Ariel Schuman, con Emma Roberts, Juliette Lewis e Dave Franco. Nerve è in tutte le sale dal 15 giugno, prodotto da Lionsgate e distribuito da 01 Distribution.

Nerve, l’autrice

Jeanne Ryan è cresciuta in una famiglia con undici fratelli e sorelle sempre in giro per il mondo. Ha trascorso l’infanzia alle Hawaii e poi tra la Corea del Sud, il Michigan e la Germania. Prima di dedicarsi alla scrittura ha fatto tante altre cose, ma ha deciso che era molto più divertente lavorare sull’invenzione delle storie piuttosto che sull’elaborazione di fredde statistiche. Attualmente vive sotto il cielo del Pacifico nord-occidentale. Per saperne di più visitare il suo sito: www.jeanneryan.com