spettacolo

Disney accusata di plagio: avrebbe copiato Inside Out

Disney accusata di plagioROMA – Disney accusata di plagio. Ancora una volta. Dopo la causa intentata contro il film d’animazione Zootropolis, oggi la multinazionale, insieme alla Pixar, dovrà affrontare un’altra controversia per Inside Out. Dall’altro lato Denise Daniels, esperta di bambini.

La Daniels rivendica la sua idea originale nata nel 2005 e poi utilizzata nel film dieci anni dopo, nel 2015. Secondo la causa, l’esperta quell’anno raggruppò un team per produrre la prima puntata pilota di uno show chiamato “The Moodsters”. Questo doveva aiutare i bambini a comprendere i loro sentimenti. A spiegarli dei personaggi rappresentati 5 emozioni: felicità, tristezza, rabbia, amore e paura. Allo stesso modo, in Inside Out sono 5 i personaggi protagonisti: gioia, tristezza, disgusto, paura e rabbia.

Disney accusata di plagio per Inside Out, la versione del regista Pete Docter

Tra il 2005 e il 2009, la Daniels avrebbe parlato con diversi rappresentanti della Disney e della Pixar. L’esperta sostiene, inoltre, di aver avuto delle telefonate con Pete Docter, regista di Inside Out. Il team di Disney avrebbe, così, rubato l’idea senza dare credito o compensi alla Daniels.


In diverse interviste, Docter ha, invece, detto di essersi ispirato allo sviluppo emozionale di sua figlia per scrivere il film. Il regista avrebbe cominciato a lavorare all’idea nel 2009 quando la figlia ha compiuto 11 anni e cominciava a cambiare.

“È diventata sempre più solitaria e silenziosa”, aveva detto al Los Angeles Film Festival nel 2015. In quel momento, Docter ha iniziato a domandarsi “Cosa succede nella sua testa?”. Alla fine è arrivata l’idea di trasformare le emozioni in personaggi. Idea che, dopo 5 anni di lavoro, è sbarcata sul grande schermo. La Daniels, adesso, richiede i danni del “furto”. La Disney, dal canto suo, mentre continua a ribadire l’originalità dell’idea, ha dichiarato che si difenderà in tribunale.