spettacolo

Johnny Depp chiede scusa a Donald Trump per la battuta sull’assassinio

Johnny Depp chiede scusa a Donald TrumpROMA – “Quando è stata l’ultima volta che un un attore ha assassinato un presidente?”. Questa frase ha fatto il giro del mondo, indignando un po’ tutti. Nel weekend appena trascorso, Johnny Depp chiede scusa a Donald Trump per averla pronunciata. L’ho ha fatto attraverso le pagine di People in un comunicato ufficiale.

“Mi scuso per la pessima battuta di cattivo gusto – ha fatto sapere Depp – che ho fatto. Non è venuta come avrei voluto e l’ho detta senza malizia. Stavo cercando di divertire, non di far male a qualcuno”. L’attore era sul palco del Glastonsbury Festival per presentare una proiezione del suo film The Libertine quando si è lasciato andare al commento sul presidente degli Stati Uniti.

Johnny Depp chiede scusa a Donald Trump: il commento della Casa Bianca

Commento che la Casa Bianca, tra l’altro, non ha preso bene: “Il Presidente Trump – si legge in un comunicato ufficiale rilasciato dopo la vicenda – ha criticato ogni forma di violenza ed è triste che altri, come Johnny Depp, non abbiano seguito il suo esempio. Spero che i colleghi del signor Depp si oppongano a una retorica simile con la stessa forza che impiegherebbero se i suoi commenti fossero stati rivolti a un Democratico”.

Prima di Depp, a fare battute poco piacevoli nei confronti di Trump era stata la comica Kathy Griffin.  La donna si è fatta una foto tenendo in mano un ritratto di una testa coperta di sangue che assomigliava a quella di Trump. La Cnn ha licenziato la Griffin dalla diretta annuale della vigilia di Capodanno. Per l’attore di Pirati dei Caraibi, invece, non è ancora arrivata nessuna conseguenza diretta.

I Servizi Segreti, che hanno preso conoscenza delle frasi di Johnny Depp, hanno fatto sapere che minacciare il presidente è un crimine per la giurisdizione statunitense. “Per motivi di sicurezza, non possiamo discutere né in maniere specifica né in termini generali i mezzi e i metodi con cui mettiamo in atto le nostre politiche di protezione”. Che sia un annuncio del tipo “uomo avvisato, mezzo salvato”?