Non è uscito neanche del sangue per la perdita della verginità, rischio?…

Abbiamo avuto una specie di rapporto però lui non mi ha penetrata del tutto perchè sentivo dolore. Rischio se ci fosse una perdita di liquido preseminale?

Salve,volevo chiarire qualche mio dubbio..martedì scorso io e il mio ragazzo abbiamo avuto una specie di rapporto però lui non mi ha penetrata del tutto perchè appena sentivo dolore lo toglieva e non è uscito neanche del sangue per la perdita della verginità diciamo..è uscito un po\’ di liquido pre eiaculatorio,è possibile che sono incinta?
Cordiali saluti

Siria, 16 anni


Cara Siria,
proviamo a fare un pò di chiarezza affinchè avvenga un concepimento è necessario che ci sia una eiaculazione interna alla vagina, in assenza di contraccettivi di barriera, durante il periodo fertile della donna che orientativamente oscilla tra l’11° e il 18° giorno di un ciclo regolare.
Per quanto riguarda invece il liquido pre-eiaculatorio dovrebbe avere una finalità prettamente meccanica, ovvero quella di lubrificare l’uretra affinché si crei un ambiente idoneo al passaggio dello sperma. Inoltre mantiene l’ambiente basico, affinché gli spermatozoi possano sopravvivere. Secondo alcune recenti ricerche scientifiche, non dovrebbe contenere spermatozoi mobili e seppure ve ne fossero piccole quantità queste non sarebbero in grado di fecondare.
Nel tuo caso specifico non ci dici in che periodo del ciclo ti trovassi ma probabilmente non c’è stato alcun rischio significativo in quanto non vi è stata alcuna eiaculazione interna, fermo restando che è sempre bene proteggere i rapporti dall’inizio alla fine per evitare rischi inutili.
Con i primi atti sessuali (non necessariamente il primo considerata la diversa elasticità da donna a donna) l’imene si lacera e al suo posto non restano che piccoli lembi denominati lobuli imenali. La rottura dell’imene non necessariamente avviene con dolore e di solito è accompagnata da emorragia che può essere di lieve entità (ma l’emorragia può anche non esserci).
In certe donne questa membrana è talmente sottile che potrebbe rompersi senza alcun dolore o essersi già rotta in precedenza durante l’attività sportiva o a seguito di un trauma fisico (non necessariamente avvenuto a livello pelvico). Per altre invece, la membrana è più spessa e meno elastica. In questo caso è possibile che si rompa gradualmente con i rapporti sessuali o con i preliminari.
Un altro motivo per cui puoi provare dolore durante il primo rapporto è la scarsa lubrificazione della vagina e la scarsità di preliminari che servono a renderla più elastica e a preparala al rapporto. In altre parole l’eccitazione aiuta a diminuire lo sfregamento e a rendere il rapporto più piacevole. Il nostro consiglio è di aumentare i tempi del petting con una stimolazione genitale che prepari al rapporto.
Inoltre in commercio esistono diversi metodi contraccettivi potresti confrontarti con il tuo ragazzo e scegliere quello che maggiormente si avvicina alle vostre esigenze in modo di vivere la sessualità con maggiore sicurezza e serenità.

UN caro saluto!