spettacolo

Ed Sheeran torna su Twitter: riattivato il profilo in meno di 24 ore

ed sheeran torna su twitterROMA – Sembra una telenovela senza fine quella di Ed Sheeran e Twitter. A meno di 24 ore dall’abbandono del social, il cantante è tornato riattivando il suo account.

Nella giornata di ieri Sheeran aveva cancellato senza dare una spiegazione l’account. Secondo i più per l’ondata di critiche ricevute e rivolte al suo cameo in Game of Thrones. Una partecipazione non gradita da molti. Oggi l’account è riapparso: ancora una volta senza nessuna spiegazione da parte dell’interprete di Galway Girl. Nella home di Twitter, però, Ed Sheeran c’è con un tweet automatico che segnala la riattivazione dell’account e la cancellazione dei vecchi tweet. Se si scorre il profilo del cantante, infatti, è possibile notare come siano rimasti solo i link di Instagram, a parte qualche eccezione. Dall’aprile 2015 centinaia di tweet sono stati cancellati. Difficile dire se la previsione di Buzzfeed si sia avverata. Diminuiti anche i followers. Dai 19.5 milioni iniziali, questi sono diventati 13.5 milioni.

Ed Sheeran torna su Twitter. Il regista di GOT: “Sono stato abbastanza sorpreso della reazione” del pubblico

Di questa storia, cosa certa è che di Ed Sheeran si continua a parlare, tant’è che il suo nome è ancora tra i trending topics. A difenderlo tanti utenti, suoi fan e fan di Game of Thrones. Tra questi anche il regista del primo episodio della settima stagione Jeremy Podeswa. “Penso che Ed ha fatto un lavoro delizioso, – ha detto a Newsweek – è uno squisito attore e una squisita persona”.

D’altronde Ed ha portato a termine il suo compito più che bene: “Era appropriato per la parte perché doveva cantare. Se le persone non avessero saputo chi era non ci avrebbero pensato due volte” a criticare. Per questo “sono stato abbastanza sorpreso della reazione del pubblico – ha aggiunto – perché so che è un cantante molto conosciuto e di successo ma sei nella bolla dello show – il cast è pure ben conosciuto, tutti sono ben conosciuti…nessuno di loro può camminare per strada senza essere seguito