esteri

È morto Stubbs il gatto sindaco. A Talkeetna pronto il successore

Stubbs gatto sindacoROMA – È morto Stubbs il gatto sindaco di Talkeetna in Alaska. I cittadini lo avevano eletto nel 1998 in segno di protesta contro l’unico candidato umano in lizza.

Morto Stubbs il gatto sindaco

Il web ci ha abituato, in questi anni, alle storie più strampalate sugli amici a quattro zampe degli uomini. Cani e gatti ripresi in atti eroici o semplicemente buffi o ancora “indemoniati”. Quella che arriva però dalla cittadina di  Talkeetna in Alaska ha davvero dell’incredibile. E’ la storia di Stubbs, il primo gatto sindaco al mondo, morto nella notte tra giovedì e venerdì.  Aveva 20 anni. La fascia di primo cittadino era reale e frutto di una normale tornata elettorale. I suoi concittadini lo avevano eletto in segno di protesta contro l’unico candidato ‘umano’ che si era presentato per la carica. Era il 1998. Da allora Stubbs era diventato una vera e propria attrazione turistica. Il gatto con la fascia di sindaco era anche famoso per gradire l’acqua servita in bicchieri per il margarita.

Stubbs il gatto sindaco dalla vita non facile

Con il suo bel pelo color miele il sindaco Stubbs viveva volentieri dinanzi al Nagley’s General Store. Tutto procedeva per il meglio fino all’aggressione di un cane nel 2013. Dopo questo brutto episodio le uscite del primo cittadino si erano diradate. Una decisione dovuta anche alla sua veneranda età: 20 anni. La famiglia adottica del sindaco onorario, gli Spone, hanno diramato un comunicato stampa ufficiale, con tanto di foto, per comunicare ai concittadini la “scomparsa” del sindaco.  “E’ stato un soldato fino all’ultimo giorno di vita: miagolando tutto il giorno perché ce ne prendessimo cura o perché ci sedessimo con lui sul letto e ci facessimo fare le coccole e le fusa per ore”

Morto Stubbs il gatto sindaco, si apre campagna elettorale

A Talkeetna, un vero sindaco non c’è ancora. Con la morte di quello onorario si apre così anche la campagna elettorale parallela, quella degli amici a quattro zampe. La famiglia Spone, intanto, ha fatto sapere che un successore designato in realtà c’è. Ad indicarlo lo stesso Stubbs che, negli ultimi tempi, aveva accettato due nuovi gatti nella propria casa. Le preferenze, però, sono tutte per Denali, gatto accanto al quale Stubbs ha passato le ultime sue ore di vita.