attualita

Backpacking mania, zaino in spalla alla scoperta delle città europee

ROMA – Un’esperienza adrenalinica e ricca di sorprese, ideale per viaggiatori giovani e giovanili: è il backpacking uno stile di viaggio, ma anche di vita, in cui le parole d’ordine sono indipendenza, quindi un organizzazione del viaggio autonoma e con guida di viaggio alla mano, e con un budget limitato, scegliendo mezzi pubblici per gli spostamenti, e ostelli o, addirittura, il “couch surfing ” (servizio gratuito di scambio di ospitalità) per il pernotto. Per aiutare gli utenti nell’organizzazione dell’itinerario (spesso buttato giù all’ultimo momento o in itinere) Paesi online offre qualche suggerimento per città low cost, ma con un numero illimitato di proposte tra storia, natura, ma per gli urban adventurers anche design e modernità.

Viaggi ‘on the road’

Provando a tracciare un itinerario della vacanza perfetta per il backpacker, si possono distinguere mete urbane per chi ama il viaggio “on the road” ma che non vuole rinunciare all’urban style e mete più “selvagge” per i potenziali “Alex Supertramp” che vogliono sfidare la natura. Le mete più amate dagli “urban backpacker” sono Budapest, Montpellier e Dublino, tutte e tre città che prediligono uno stile di vita dinamico, fuori dagli schemi.

La capitale ungherese, Budapest, riserva grandi sorprese e concilia la vita notturna all’ampia offerta culturale. Per gli amanti del divertimento e dello svago, questa è proprio la meta adatta. Una delle particolarità di questa città, che si anima nelle ore notturne, sono i “ruin pub”, molto amati dai ragazzi, si tratta di luoghi che possono sembrare atipici, in cui ascoltare musica e bere birra all’interno di edifici in rovina, prima abbandonati. Durante la settimana questi pub sono luoghi anonimi, privi di insegne, ma nei weekend si popolano di gente e con il loro arredamento particolare, offrono serate di puro divertimento. Il più famoso è il Szimplakert , nel VII distretto, mentre nel VI distretto si trova l’Instinct, in via Nagymezo. Considerata dagli utenti di PaesiOnLine “una città favolosa, a tratti un po’ bohéme con atmosfere uniche”.

La Francia

Spostandosi in Francia , verso sud, la destinazione che ammalia sempre, in particolare gli universitari, è Montpellier. Una città che si può definire “su misura per gli under 30 ” e si può rivelare una meta perfetta per un viaggio all’avventura, anche per il suo centro storico, una sorta di museo en plein air di street art, in cui ammirare l’opera di Mist su un ufficio postale austero, abbellito da un gigantesco murales, i trompe-l’oeil che decorano numerose facciate e l’installazione di biciclette di un artista di strada, conosciuto in città, BMZ . Persino i tram sono decorati, ogni linea si è affidata a un artista diverso ed è caratterizzate da un proprio stile. La città di Montpellier offre una ricca varietà di eventi: dai concerti alle serate per i più giovani ed essendo la città universitaria per eccellenza, non mancano di certo locali e feste ad animare le notti. Durante l’estate imperdibile è il Festival de Radio France, in cui si svolgono 150 eventi legati alla musica che animano il centro storico, tra musica pop, classica e jazz. I backpacker di PaesiOnLine descrivono Montpellier come: “una città piena di stile, arte e su misura per i giovani”.

L’Irlanda

Dublino è da sempre il luogo prediletto per chi intraprende un viaggio on the road in Irlanda. Sarà per l’atmosfera tranquilla, distesa e accogliente che si vive appena in questa città, ma un backpacker urbano che si rispetti, non riesce a fare a meno di questa tappa. Sicuramente Dublino è la città dei pub irlandesi, che non sono comuni birrerie, ma veri e propri luoghi di scambio e incontro, quasi delle piazze, per conoscere gente nuova e trascorrere momenti davvero divertenti. Simbolo di questa città è il Guinnes Storehouse, una vera e propria istituzione dublinese. Dicono di Dublino: “Città sensazionale, multietnica, viva e sempre accogliente … un posto sicuramente da visitare!”.

L’Italia

Per i veri backpackers da zaino in spalla on the road un viaggio tutto all’italiana lungo la Via degli Dei, 140 km da Bologna a Firenze. Questo sentiero è un’esperienza unicatra storia, natura, mitologia sulla via degli Antichi Romani, passando la Flaminia Militare che univa l’antica Felsina (nome etrusco di Bologna) a Fiesole e Firenze. Lungo il percorso, che passa per il Monte Adone, tutto da percorrere su un antico basolato romano, nel cuore della foresta appenninica, sarà emozionante ammirare il Contrafforte Pliocenico, un agglomerato di rupi rocciose che dominano la Valle del Reno, che conducono alla piana del Mugello, dalla quale si può scorgere la bellissima città di Firenze dalle colline, un’esperienza mozzafiato, tutta da provare.

Che si voglia un’esperienza on the road per sentieri poco battuti e in pieno stile backpacker o che si cerchi un road trip nelle città più impensabili per esperienze alternative, senza rinunciare alla vita notturna, al divertimento il backpacking è la nuova tendenza green, low cost, ma che vale la pena vivere almeno una volta nella vita per una vacanza avventurosa, fuori dagli schemi, ma ricca di grandi emozioni.