esteri

Giappone, la principessa Mako sposa un “cittadino comune”

principessa MakoROMA – Amore borghese per la principessa Mako, nipote primogenita dell’imperatore del Giappone Akihito e figlia maggiore del principe Akishino. La reale sposerà un avvocato, coronando il suo sogno d’amore. Per questo rinuncerà ai suoi titoli e alle prerogative imperiali.

La principessa Mako sposa un “cittadino comune”: Kei Komuro

Il fortunato è Kei Komuro, presentato ufficialmente al pubblico nella giornata di ieri. Lui e Mako si sono conosciuti all’International Christian University di Tokyo e da allora è stato amore a prima vista. La coppia fa scendere il numero dei membri della casa imperiale a 18, assottigliando la linea di successione. Il sì avverrà nel 2018.

Mako si è sempre dimostrata un anticonformista. A luglio 2010, non ancora maggiorenne, la principessa ha lavorato come volontaria nelle zone colpite dal terremoto e maremoto di Tōhoku senza rivelare la sua identità. Nel 2014 è volata, invece, nel Regno Unito per studiare museologia all’Università di Leicester e diventare ricercatrice del museo dell’Università Imperiale di Tokyo. La reale parla anche la lingua dei segni.

La principessa Mako sposa un “cittadino comune” ma non è la prima

La principessa Mako non è, però, la prima a sposare “un comune cittadino”, come è stato definito Kei. Prima di lei, nel 2005,  Akihito Sayako Kuroda, unica figlia femmina dell’imperatore, uscì dalla corte per sposare Yoshiki Kuroda, un semplice funzionario pubblico. Da tradizione il governo pagherà un indennizzo dal principessa Mako, il cui importo è ancora in fase di decisione.