I gatti sono fluidi o solidi? La "reologia felina" vince gli IgNobel 2017

I gatti sono fluidi o solidi? La “reologia felina” vince gli IgNobel 2017

reologia felinaROMA – Il gatto è un fluido o un solido?
E’ la “reologia felina” ad aggiudicarsi il primo premio degli IgNobel 2017.
Il riconoscimento più temuto dalla comunità scientifica viene assegnato ogni autunno dalla commissione di editori che raccoglie le ricerche e gli studi “improbabili” condotti nel corso dell’anno.
Ma non lasciatevi ingannare: “Ogni vincitore ha fatto qualcosa che prima ha fatto ridere, poi fa pensare”.
Come la loro controparte più “seria” dei Nobel, anche gli “IgNobel” hanno una premiazione suddivisa per categorie.
E la reologia felina ha vinto nella sezione “Fisica”.

La reologia felina

Per reologia si intende il ramo della Fisica che studi l’origine, la natura e le caratteristiche di deformazione dei corpi sotto l’azione di forze esterne.
Cosa succederebbe ad applicarla sui gatti?
La domanda se l’è posta Marc-Antoine Fardin del’École Normale Supérieure de Lyonche, con una ricerca pubblicata sul Rheology Bulletin nel 2014.
Per lo studio Marc si è ispirato dalle foto che girano su internet che ritraggono i gatti nei contenitori più assurdi, dai vasetti di vetro ai lavandini.
In Fisica, infatti, si definisce solido un materiale che, se non viene sottoposto a sollecitazioni esterne, mantiene una forma e un volume definiti.
Per fluido s’intende un materiale che cambia forma a seconda del contenitore in cui viene posto.

La domanda che si è posto Fardin è, dunque, la seguente: i gatti come potrebbero essere considerati solidi se si adattano al contenitore che li ospita?

Nello studio Fardin esplora come calcolare il “numero di Deborah” di un gatto, un termine speciale usato per descrivere la fluidità (più piccolo è il numero, maggiore è la fluidità del materiale).
Il fisico è giunto alla conclusione che la reologia felina è una questione temporale.
Se osservi un gatto per più di qualche minuto, si adatterà completamente al suo contenitore, proprio come i fluidi.

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it