spettacolo

Sam Smith nuovo album e nuovo amore con Brandon Flynn

Sam Smith Brandon FlynnROMA – Sam Smith Brandon Flynn nuovo album e nuovo amore. Insomma è un momento davvero magico per l’interprete di Writing’s On The Wall. Un momento immortalato dalle fotografie pubblicate dal sito TMZ.

Sam Smith  Brandon Flynn e quel bacio rubato

Palcoscenico dello stato di grazia del 25enne cantante britannico la romantica New York. È proprio nella ‘grande mela’ che TMZ ha immortalato Smith con il suo nuovo amore, l’attore Brandon Flynn. I due, vivono entrambi un momento davvero felice anche nelle rispettive carriere professionali. Il primo, reduce dal successo mondiale di Writing’s On The Wall, colonna sonora dell’ultimo 007, è in tour promozionale per il nuovo singolo, Too good at goodbyes. Brano che è già un successo mondiale. Brandon Flynn, invece, è una delle star della serie Tv Tredici. Il suo personaggio, Justin Foley, è uno dei più amati sella serie.

Sam Smith Brandon Flynn galeotta fu New York

I due si sono ritrovati a New York dove Sam Smith è in tour per pubblicizzare il nuovo singolo e il primo album In The Lonely Hour. La pop star inglese tra un appuntamento e l’altro, tra questi anche l’intervista al Saturday Night Live, è stato beccato con Flynn in un inequivocabile atteggiamento amoroso. Per Brandon Flynn è questo anche un momento di rivincita visto che, dopo il coming out di qualche settimana fa, aveva subito attacchi omofobi. Ingiurie mosse da quegli australiani contrari al matrimonio tra persone dello stesso sesso.

Sam Smith Brandon Flynn

Con loro era nata una lite social conclusasi con un lungo post dove l’attore ha avuto il coraggio di scrivere “l’uguaglianza è coraggio, mi preoccupa che troppe persone in questo mondo non abbiano le palle per sostenere ciò che è giusto. #fuckhate”. Un post duro che si apriva con una speranza “spero che il vostro odio e la vostra mancanza di comprensione svaniscano, proprio come quelle parole. Troppi miei amici sono stati cacciati dalle loro case, nascosti, picchiati, uccisi, ridicolizzati dalla chiesa e dallo stato, istituzionalizzati…vaffanculo”.