libri

Tradizioni popolari di Napoli, viaggio alla scoperta della città

Tradizioni popolari di Napoli

Quest’Italia Pagine: 352 Prezzo: 9,68 e-book: 4,99

ROMA – Si intitola semplicemente Tradizioni popolari di Napoli, il nuovo viaggio letterario nella città del Golfo tra tradizione e post-modernità. Edito da Newton Compton Editori, il volume di Claudio Corvino, è un lungo reportage nella tradizione napoletana e nella sua continua trasformazione.

Tradizioni popolari di Napoli, il viaggio

Nessuna cultura è un’isola, e la stessa realtà è un flusso continuo, un fiume nel quale non ci si bagna mai due volte. Ciò che invece sembra immutabile sono i giudizi, i pregiudizi e gli stereotipi costruiti nei secoli sulla città. Stereotipi ai quali talvolta i Napoletani finiscono con l’identificarsi. “Sono napoletano perché canto, perché sono superstizioso, simpatico o al limite “filosofo”. Tutte cose che non hanno nulla a che vedere con la vita concreta delle persone. Eppure la retorica della napoletanità funziona. Questo volume vuole osservarla, tentando di scardinare i luoghi comuni e inserire la cultura napoletana in un più ampio e corretto ambito europeo. Mai come ora infatti è importante comprendere cosa siano le Tradizioni in una città che accoglie continuamente nuove culture e nuovi stili di vita.

Tradizioni popolari di Napoli, dalla smorfia a San Gennaro

Il viaggio di Corvino tocca molte tappe di quella napoletanità conosciuta in tutto il mondo. Dalla storia e l’origine del lotto, al cantare la Madonna. Dal presepe di eduardiana memoria al “canta che ti passa”, da San Gennaro alle superstizioni.

Tradizioni popolari di Napoli, l’autore

Claudio Corvino ha interessi che spaziano dall’antropologia alla storia. Tra i suoi libri Storia e leggende di Babbo Natale e della Befana (con E. Petoia); Guida insolita della Campania; Lo sguardo del lupo; Il libro nero delle streghe. E ancora Storie Irpine; Maometto. Le radici dell’Islam per capire la nostra storia (con L. Capezzone). Curioso il volume dal titolo Orso. Biografia di un animale dalla Preistoria allo sciamanesimo. Scrive su vari quotidiani e riviste e cura la rubrica “Un antropologo nel Medioevo” per il mensile «Medioevo».

 

Quest’Italia

Pagine: 352

Prezzo: 12,90

e-book: 4,99