spettacolo

39 film e star di Hollywood: si alza il sipario sulla Festa del cinema di Roma

ROMA – Trentanove film nella Selezione Ufficiale, 4 eventi speciali, 12 incontri ravvicinati (tra cui David Lynch, Xavier Dolan, Nanni Moretti, Jake Gillenhall, Phil Jackson, Vanessa Redgrave), 4 restauri e omaggi, 4 preaperture, 17 eventi collaterali e 31 Paesi partecipanti.

Festa del cinema, i film più attesi

Sono i numeri della dodicesima edizione della Festa del Cinema di Roma, che si svolgerà dal 26 ottobre al 5 novembre all’Auditorium Parco della Musica e in altri luoghi della Capitale. L’evento è stato presentato oggi dal direttore artistico della Festa, Antonio Monda e dalla presidente della Fondazione Cinema per Roma, Piera Detassis. Presenti anche il vice sindaco di Roma, Luca Bergamo, e l’assessore regionale alla Cultura, Lidia Ravera.

Tra i film più attesi ‘Detroit’ della regista premio Oscar, Kathryn Bigelow, ‘Logan Lucky’ di Steve Soderbergh, ‘Hostiles’ di Scott Cooper, che aprirà la Festa, ‘Stronger’ di David Gordon Green e ‘Una questione privata’ dei fratelli Taviani. Tra i restauri ‘Dilinger è morto’ di Marco Ferreri, ‘Sacco e Vanzetti’ di Giuliano Montaldo, ‘Borotalco’ di Carlo Verdone e ‘Miseria e nobilità’ di Mario Mattoli. Il pubblico avrà a disposizione numerose sale: dall’Auditorium al Maxxi, ma anche la Casa del Cinema, il Teatro Palladium, il policlinico Gemelli fino al Teatro di Tor Bella Monaca.

Festa del cinema, Monda: “Una star ogni sera”

“Questa Festa non è più un luogo dove promuovere film, ma un luogo ambito dove gli attori, i registi e tutte le persone che lavorano nel cinema vogliono essere presenti” ha detto Monda, annunciando sul Red Carpet “una star ogni sera”. Il direttore artistico si è detto soddisfatto dei risultati raggiunti nelle ultime due edizioni “che hanno reso la Festa di Roma una delle manifestazioni più importanti nel mondo. Il mio obiettivo è stato quello di rendere la Festa ricca di qualità, glamour ma soprattutto elegante come la copertina scelta per questa edizione, con Audrey Hepburn”.

Da segnalare le proiezioni e i documentari legati allo sport, ma anche alla musica, con omaggi a Bob Dylan e Maria Callas.