Innovazione e inclusività, al via a Roma il Global Junior Challenge

L’evento promosso dalla Fondazione Mondo Digitale dedicato a Tullio De Mauro

Roma – Oltre 90 progetti provenienti da 16 paesi che raccontano esperienze di didattica inclusiva. E’ il Global Junior Challenge, il concorso internazionale, promosso dalla Fondazione Mondo Digitale, che premia l’uso creativo e innovativo delle tecnologie per l’istruzione e il futuro dei giovani che si svolge a Roma da oggi a venerdi’.

In occasione della tre giorni i ragazzi racconteranno le loro esperienze di didattica inclusiva: dalla realizzazione di un percorso museale multimediale accessibile ai non vedenti a dispositivi tecnologici pensati per attrezzare le palestre delle scuole per gli studenti disabili. Oggi presso Biblioteche di Roma, il convegno di apertura dedicato al linguista Tullio De Mauro che per oltre dieci anni ha guidato come presidente la Fondazione Mondo Digitale. Sul suo insegnamento ‘una scuola di qualita’ e’ una scuola che sa accogliere’ sara’ anche incentrata tutta la manifestazione.

Durante l’evento, inoltre, illustri nomi della cultura italiana, da Luca Serianni a Giuseppe Laterza, si sono incontrati per ricordare e proseguire il pensiero e il lavoro del celebre linguista. Con il metodo del Lego Serious Play docenti, studenti e dirigenti scolastici si sono confrontati per disegnare insieme la scuola del futuro.  Nella giornata di domani, 5 delegazioni di giovani ambasciatori digitali, tra i 14 e i 19 anni, si incontrano a Roma per un hackathon internazionale sul tema dell’innovazione e inclusione digitale in Europa. Infine, venerdi’ in Campidoglio la cerimonia di premiazione, con il premio speciale Tullio De Mauro al docente innovatore. Consegna il premio Silvana Ferreri De Mauro.

“La caratteristica di questa ottava edizione e a seguire per i prossimi anni- ha spiegato all’agenzia Dire, Mirta Michilli direttore generale della Fondazione Mondo Digitale- e’ che andremo a cercare scuole innovative ma anche inclusive. Questo era il grande tema di De Mauro che ha sempre ricordato come una scuola di qualita’ sia anche inclusiva. In questa edizione, oltre i vincitori del concorso, premieremo anche il docente o dirigente scolastico innovatore. Colui che e’ stato in grado di coniugare l’idea di scuola innovativa e inclusiva”.