Il caso è chiuso: accordo segreto tra la figlia di Paul Walker e la Porsche

Il caso è chiuso: accordo segreto tra la figlia di Paul Walker e la Porsche

La ragazza ha firmato l’intesa lo scorso 16 ottobre, a quattro anni dalla morte del padre

accordo segreto tra la figlia di Paul Walker e la PorscheROMA – Il caso è finalmente chiuso  con un accordo segreto tra la figlia di Paul Walker e la Porsche. Meadow, oggi 18enne, ha ottenuto un risarcimento di cui non è stata svelata l’entità. Secondo quanto riportato dai media internazionali, la ragazza ha firmato l’intesa lo scorso 16 ottobre, a quattro anni dalla morte del padre.

Accordo segreto tra la figlia di Paul Walker e la Porsche: una battaglia durata due anni

accordo segreto tra la figlia di Paul Walker e la PorscheSi chiude, così, per Meadow un capitolo iniziato due anni fa. Nel 2015, l’unica figlia dell’attore ha citato in giudizio la casa tedesca. Pesanti le accuse: negligenza e omicidio colposo. La Porsche Carrera GT su cui si trovava Walker, secondo Meadow, “aveva una storia di problemi di instabilità e di controllo”. La Porsche non avrebbe curato l’aspetto della sicurezza su quella macchina: la casa “non ha provveduto a installare il proprio sistema di controllo elettronico della stabilità, che è progettato specificatamente per contrastare i rischi di una sterzata improvvisa, connaturati a questo tipo di veicoli ipersensibili”. L’incidente, quindi, non sarebbe stato causato dall’alta velocità. Per l’accusa, l’auto viaggiava con una velocità compresa tra i 100 e i 115 km/h non tra i 130 e i 150 come ha sempre sostenuto chi indagava sull’incidente.

Sotto accusa anche la cintura di sicurezza di Paul Walker. Questa sarebbe stata difettosa tanto da impedire all’attore di uscire dall’automobile prima che esplodesse, condannandolo a un’agonia di 1 minuto e 20 secondi tra le fiamme. La Carrera GT era, quindi, un’auto pericolosa e – solo se controllata – Paul Walker sarebbe potuto salvarsi.

La Porsche oggi risarcisce Meadow per quell’incidente, che sia un’ammissione velata di colpevolezza? Per la ragazza, oggi modella e unica erede dell’attore, non si tratta della prima vittoria. Nel 2016 ha ottenuto 10,1 milioni di dollari dalla famiglia di Roger Rhodas, alla guida dell’auto e ritenuto responsabile almeno in parte dell’incidente.