La creatività fa scuola, l’evento per le scuole raddoppia 

ROMA – Torna anche quest’anno l’evento La creatività fa scuola organizzato da Diregiovani.it, l’Agenzia di stampa Dire e l’Istituto di Ortofonologia.

La novità è che non sarà più solo uno l’appuntamento ma saranno ben due le giornate dedicate alla premiazione e valorizzazione del lavoro di studenti, docenti e dirigenti scolastici.

La creatività fa scuola: due gli appuntamenti a Roma

Gli appuntamenti sono il 24 novembre all’istituto Galilei di Roma e il 7 dicembre all’istituto Magellano di Acilia.

Al centro, di entrambe le mattinate, il mondo della scuola in tutte le sue componenti. Docenti e dirigenti riceveranno il premio ultimi educatori, promosso dagli organizzatori per valorizzare il lavoro quotidiano degli insegnanti e dei presidi.

Il loro ruolo è fondamentale per la crescita dei ragazzi, non solo perché trasferiscono competenze e cultura ma sopratutto perché trasmettono valori. Ssono punti di riferimento fondamentali nella vita dei giovani.

Premiati studenti, docenti e presidi 

Il 24 novembre l’evento sarà dedicato al progetto La scuola fa notizia, il giornale on line interamente realizzato dalle scuole di tutto il territorio nazionale. Nato lo scorso anno ha già più di 400 scuole iscritte.

Rientrano nel progetto i percorsi di alternanza scuola – lavoro. Percorsi grazie ai quali circa 1000 studenti hanno avuto la possibilità di avvicinarsi al mondo dell’informazione e alla professione giornalistica.

Durante la mattinata verranno premiati i vincitori dei concorsi Giornalisti in erba, Educare alla non violenza, Percorsi di legalità e La scuola per ricominciare.

Il 7 dicembre sarà invece dedicato ai laboratori teatrali e alla premiazione degli studenti che hanno partecipato ai progetti.

Grande spazio verrà dato anche alle attività svolte nelle scuole con gli sportelli d’ascolto dell’Ido: un supporto reale per studenti, docenti e genitori.

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it