Service Learning. Il sapere per il servizio, il servizio per il sapere

Il Service Learning è una proposta pedagogica che offre agli studenti strumenti didattici per lo sviluppo di comportamenti pro sociali, per migliorare l’apprendimento e potenziare i valori della cittadinanza attiva. Analisi del punto della situazione riguardo alla sperimentazione nazionale

Venerdì 1 dicembre si terrà il convegno dal titolo “Service Learning: il sapere per il servizio, il servizio per il sapere”, organizzato dall’Ambito Territoriale di Bergamo insieme all’USR Lombardia.

L’evento, rivolto a insegnanti, dirigenti scolastici, studenti, educatori ed operatori delle associazioni di volontariato e delle cooperative sociali del territorio lombardo, si svolgerà presso il Teatro Nuovo Treviglio – Auditorium, a Treviglio (BG). Si tratta di un’occasione molto importante per delineare il punto della situazione e fare un bilancio delle esperienze relative alla sperimentazione nazionale del Service Learning (SL), con un focus particolare sull’esperienza delle scuole lombarde.

Il Service Learning è una proposta pedagogica che combina la dimensione del Service (cittadinanza, azioni solidali e volontariato per la comunità) e quella del Learning (acquisizione di competenze professionali, metodologiche, sociali e didattiche), affinché gli allievi possano generare ed incrementare le proprie conoscenze e competenze, svolgendo un servizio solidale alla comunità.

La pedagogia del Service Learning, di fatto, propone strumenti didattici fondamentali per l’insorgenza e lo sviluppo di comportamenti pro sociali (empatia, condivisione, servizio, aiuto e solidarietà). Gli studenti possono sperimentare sulla propria pelle cosa significhi prendersi cura degli altri e dell’ambiente ed essere depositari della fiducia di altre persone che si affidano a loro. Grazie a queste esperienze, i ragazzi sviluppano un maggior senso di responsabilità e ciò permette loro di diventare cittadini attivi, grazie all’interiorizzazione di importanti valori, quali la giustizia, la legalità, l’uguaglianza, il rispetto e la cura per l’ambiente.

Per il raggiungimento delle finalità e degli obiettivi dichiarati, i ragazzi sono coinvolti attivamente in tutte le fasi del progetto, dalla rilevazione dei bisogni, alla progettazione ed attuazione concreta degli interventi, fino alla valutazione dei risultati finali.

Tutte le informazione alla pagina http://usr.istruzione.lombardia.gov.it/20171114prot25541/