Billy Nebbia. Il bambino che non credeva più a Babbo Natale

Questo secondo volume delle avventure di Billy Nebbia contiene altre pagine del suo bestiario di creature mitiche e sconosciute

ROMA – BAO Publishing ha annunciato l’uscita in tutte le librerie di un nuovo volume della linea BaBAO, la linea a fumetti per i più piccoli: Billy Nebbia. Il bambino che non credeva più a Babbo Natale, dell’autore francese Guillaume Bianco.

La trama

Billy non si rassegna alla scomparsa del suo gatto, Tarzan, e nella sua ricerca dei fenomeni ultraterreni che potrebbero riportare in vita l’amato felino, inizia a indagare sull’esistenza di una delle figure più enigmatiche in assoluto: Babbo Natale.

Questo secondo volume delle avventure di Billy Nebbia contiene altre pagine del suo bestiario di creature mitiche e sconosciute, che abbiamo conosciuto nel volume precedente Billy Nebbia e e una lunga storia completa che risolve per sempre l’annoso dilemma: Ma insomma, Babbo Natale esiste o no? E, soprattutto, perché non finisce mai gli spuntini che i bambini gli lasciano la notte della Vigilia? Le risposte, in punta di pennino, arrivano dirette dal talento di Guillaume Bianco. Billy Nebbia – Il bambino che non credeva più a Babbo Natale è disponibile in libreria

Chi è Guillaume Bianco

Guillaume Bianco è un fumettista francese, nato a Tolone nel 1976. Dopo aver ottenuto la maturità in arti plastiche, intraprende gli studi in lingue orientali. Nel 1993 passa un anno in Giappone per studiare calligrafia all’università di Shangai, e contemporaneamente inizia a praticare le arti marziali. Tornato in patria, decide di dedicarsi nuovamente alla sua prima passione: il fumetto. Lavora così per alcuni anni a fianco di Didier Tarquin nell’atelier Gotfferdom, creato da Christophe Arleston. Successivamente, comincia a lavorare nell’ambito dell’atelier provenzale sul progetto del giornale Lanfeust Mag, per il quale crea rubriche e personaggi umoristici. Nel 2008 esce il suo fumetto Billy Nebbia, che inaugura la collezione “Métamorphose” e viene pubblicato in Francia dalle edizioni Soleil Productions e in Italia da BAO Publishing.