spettacolo

Migliorano le condizioni di Nadia Toffa, si esclude l’aneurisma

condizioni di nadia toffaROMA – È fuori pericolo di vita Nadia Toffa, volto noto del programma di Italia 1 “Le Iene”, che sabato intorno alle 14 si è sentita male e ha perso conoscenza mentre si trovava nella sua camera d’albergo a Trieste. La Toffa era stata ricoverata d’urgenza nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale di Cattinara. Da lì, in nottata, il trasferimento al San Raffaele di Milano, nel reparto di Neurorianimazione dove l’inviata sta effettuando esami specialistici. Nessun comunicato è stato rilasciato ma pare che, al momento, si escluda  la possibilità che il malore sia stato causato da un aneurisma.

Migliorano le condizioni di Nadia Toffa, l’inviata: “Tengo duro”

Nella serata di domenica, Nadia Toffa ha rassicurato i fan sui social: “Volevo ringraziare tutti quelli che mi sono stati vicino… ho preso una bella botta, ma tengo duro. Adesso parlo con i medici e cerchiamo di risolvere questa scocciatura. Stasera le Iene me le guardo da questo lettino, e vediamo che combinano senza di me… Torno presto”.

Anche Le Iene piangono…

Dal momento del malore erano state ore di apprensione tra fan e colleghi della Toffa perché anche le “iene”, a volte, piangono. “Le ultime 30-32 ore sono state terribili – hanno detto durante la diretta de Le Iene di domenica 3 dicembre Nicola Savino, Giulio Golia e il sostituto della Toffa, Matteo Viviani -. La redazione de Le Iene si è congelata. Non ditelo in giro che anche le Iene ogni tanto piangono, ma è stato un colpo molto forte”.

Duro colpo anche per Joe Bastianich, amico dell’inviata, che il Corriere della Sera ha raggiunto telefonicamente: “Nadia è una strettissima amica, la conosco da tanti anni e mi è proprio cara, ma non siamo mai stati fidanzati, lei ha già un compagno, quelle foto che avete visto (lo scorso aprile erano stati paparazzati abbracciati, ndr) sono state mal interpretate. Comunque quello che voglio fare oggi è proprio saperne di più sulle sue condizioni di salute, sono molto dispiaciuto per quello che è successo”.