‘Mazinga Z’ in cattedra, a Roma l’ultimo appuntamento di ‘La Città Incantata’

I ragazzi degli istituti superiori del Lazio hanno assistito alla proiezione del film in occasione del 45esimo anniversario dall’uscita del primo manga

Roma – Mazinga Z sale in cattedra. E’ l’immortale robot giapponese, il protagonista dell’ultimo appuntamento di ‘La Citta’ Incantata’, l’iniziativa di Progetti Scuola ABC promossa da Regione Lazio e Roma Capitale.

Questa mattina al cinema Quattro Fontane di Roma i ragazzi degli istituti superiori del Lazio hanno assistito alla proiezione di ‘Mazinga Z – Infinity’ di Junji Shimizu, in occasione del 45esimo anniversario dall’uscita del primo manga dedicato a un robot pilotato da un essere umano. Insieme agli studenti, questa mattina, anche Andrea Occhipinti, produttore e AD Lucky Red, Roberto Recchioni, fumettista, sceneggiatore e curatore editoriale, e da Steve Della Casa, critico cinematografico e conduttore radiofonico.

Questi ultimi hanno raccontato le loro esperienze, risposto alle domande dei ragazzi e spiegato loro l’origine e l’importanza dei fumetti e dei cartoni animati giapponesi quando in Italia divennero un fenomeno di massa. “I genitori erano preoccupati dell’esplosione del fenomeno e di come totalizzava l’attenzione dei piu’ piccoli. A ripensarci oggi– ha spiegato Recchioni- viene da sorridere“.

Il secondo ‘rapporto’ con i film d’animazione giapponesi, “il nostro Paese lo ebbe nel 2004– ha raccontato invece Occhipinti- quando iniziai a comprarli dal Giappone e trasmetterli nelle sale. Notammo subito che il mercato era interessante: donne e uomini nostalgici con i loro figli riempivano le sale. Siamo andati avanti con altri film tra cui Capitan Harlock in 3D che fu un grande successo“. La ‘Citta’ incantata’, progetto che mette al centro i disegnatori, la loro vita, le tecniche e le loro storie professionali e personali, si concludera’ con la premiazione e la pubblicazione in un volume dei disegni degli studenti. A loro e’ stata data l’occasione di mettersi in gioco e sperimentarsi con la creazione di un racconto originale a fumetti o di un’illustrazione sui temi trattati durante gli incontri come quello di oggi.