Il pop/rock secondo Tommaso Cuneo e la sua Cordelia

Il cantautore romano ai microfoni di Diregiovani ha presentato il suo nuovo album di prossima uscita

tommaso cuneo intervistaROMA – A metà tra l’Italia e l’Inghilterra, songrwriter e musicista a 360 grandi. È l’identikit di Tommaso Cuneo che, ai microfoni di Diregiovani, si è raccontato e ha presentato Cordelia, il singolo che anticipa il suo nuovo progetto discografico.

Cordelia (nome di fantasia, preso in prestito da un’opera Shakespeariana) è una ragazza che è descritta dall’autore. In realtà, come ha svelato Tommaso, la canzone è anche una riflessione su come gli incontri che facciamo nella vita possano farci decidere di cambiare o di farci rimanere come siamo, dunque l’incontro con l’altro ci aiuta a conoscerci meglio. Un brano dalle atmosfere pop/rock scritto interamente da Tommaso.

Gli strumenti risuonano così come sono

Cordelia è, però, anche una vetrina della musica di Cuneo che per il disco di prossima uscita ha scelto di tornare alla semplicità, facendo risuonare gli strumenti così come sono. Senza troppi artifici. La chitarra, il basso, le percussioni. Non c’è limite a quello che possono fare se mixati insieme. “Sono curioso verso gli strumenti e li considero uno stimolo per migliorare”, ci ha rivelato il cantante. L’album è quindi un gioco fatto di sottrazioni. “Non ho usato virtual instruments o tracce MIDI – ha svelato Cuneo -. È un album tutto suonato come ancora oggi si fa e come forse prima si faceva di più”.

Cuneo ha vissuto per diversi anni in Inghilterra, un paese che di musica ne ha sempre fatto la sua colonna portante. E sono stati proprio gli anni passati in quel paese a plasmare il sound “perfetto” per il nuovo album. Un sound che si ispira, però, anche a grandi artisti come Bob Dylan o Tom Petty. Un mix che avvicina la scrittura di Cuneo al genere americana alternative country.

Ecco l’intervista al cantautore di Roma

Music & Future – Tommaso Cuneo