“Un nessun dove verissimo”, il romanzo d’esordio di Annalisa De Stefano

ROMA – Si terrà mercoledì 20 dicembre 2017 alle ore 18:00, presso il Caffè Letterario di Roma (Via Ostiense, 95 – Roma), la presentazione del libro “Un nessun dove verissimo”, romanzo d’esordio della scrittrice Annalisa De Stefano, edito da EvArt editore. Presenta la psicologa Olivia Chiusi. Nel corso dell’evento, l’attrice Ornella Amodio leggerà alcuni brani tratti dal romanzo.

Un nessun dove verissimo

Flavio De Luca è uno scrittore romano che ha avuto successo grazie a una trilogia, buttata giù senza impegno, su un commissario di polizia. Ora vuole scrivere un romanzo “vero”, il suo romanzo, ma, nel momento in cui la vicenda ha inizio, è riuscito solo a descrivere minuziosamente quattro personaggi e a confinarli in quattro differenti taccuini, senza dar loro una storia. E i suoi quattro personaggi – inevitabilmente vivi, oramai – la vogliono, la loro storia, la esigono. Nel tempo, grazie a una serie di relazioni preziose per la comprensione di sé – il vecchio libraio che gli ha insegnato l’amore per la lettura; Silvia, l’amica di infanzia; Federica, la sua compagna – Flavio riuscirà a vedere le ragioni del suo blocco e a sciogliere il nodo.

“Un nessun dove verissimo” è un romanzo sulla lettura. La lettura dei libri, intesi come messaggeri di domande, non di risposte. La lettura di noi stessi, vista come il coraggio di interrogarci fino in fondo. E la lettura delle persone: la consapevolezza che una crescita è possibile solo attraverso la relazione con l’altro da sé.

Annalisa De Stefano

Annalisa De Stefano è docente e avvocato a Roma. Si occupa di diritto di famiglia, diritto successorio e biodiritto. “Un nessun dove verissimo” è il suo primo romanzo.

Edito dalla EvArt editore, il romanzo nasce dall’esperienza del NoNamesLab, un progetto di scrittura collettiva che si basa sulla condivisione, sull’ascolto, sull’attenzione, sul rispetto dell’uguaglianza, sull’amore per la lettura; un luogo in cui i partecipanti, attraverso le lezioni, lo studio, gli esercizi, l’elaborazione delle proprie esperienze, possano trovare il modo di dar vita a una storia, di scrivere il loro romanzo.

Come è successo ad Annalisa De Stefano.

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it