Daniel Radcliffe contro Johnny Depp e la sua parte in Animali Fantastici 2

L’attore ha confidato di comprendere la frustrazione degli appassionati quando si sono visti rifiutare la proposta di sostituire Depp nel ruolo del cattivo

Daniel Radcliffe contro Johnny DeppROMA – In tanti hanno storto il naso nel vedere Johnny Depp vestire i panni di Grindelwald in Animali Fantastici 2. Ancora oggi sono molti i perplessi per la scelta di un attore che – negli ultimi mesi – ha affrontato le accuse di violenza da parte della moglie Amber Heard.

A sostenere la loro perplessità è arrivato Daniel Radcliffe che deve la sua fama proprio all’universo magico di Harry Potter. A Entertainment Weekly, l’attore ha confidato di comprendere la frustrazione degli appassionati quando si sono visti rifiutare la proposta di sostituire Depp nel ruolo del cattivo. A difendere l’ex pirata dei Caraibi è intervenuto il regista della pellicola David Yates e addirittura J.K. Rowling.

Secondo Radcliffe la fama di Depp potrebbe avere contribuito alla scelta di non sostituire l’attore. “Capisco perché le persone sono frustrate dalla risposta che hanno ricevuto… non sto dicendo nulla che altri non abbiano già detto – ha detto Radcliffe -. Questa è un’analogia strana da creare ma nella National Football League ci sono molti giocatori che sono stati arrestati per aver fumato erba, così come ci sono molti altri il cui comportamento è andato oltre ed è tollerato solo perché sono giocatori molto famosi”.

Nel cast dell’ultimo Harry Potter fu fatta una sostituzione

In passato, la produzione di Harry Potter era, infatti, stata meno clemente con Jamie Waylett, interprete di Vincent Tiger,  uno dei bulli Serpeverde che affianca Draco Malfoy. L’attore fu escluso dall’ultimo film della saga a causa del suo arresto per la coltivazione casalinga di piante di marijuana. “Suppongo che la cosa che mi ha colpito di più – ha spiegato Radcliffe – è stata che anche noi abbiamo una persona che è stato rimproverata per l’erba, ma ovviamente quello di cui Johnny è stato accusato è molto più grave”.

Frasi chiare quelle che escono dalla bocca dell’attore che fa fatica a pronunciarle perché la “produzione del film mi ha regalato un inizio di carriera meraviglioso e un buon lavoro”.