Imun a Napoli, gli studenti ambasciatori per un giorno

Il progetto fino al 20 gennaio

imun a napoliNAPOLI – Dopo il successo delle scorse edizioni, ritornano anche quest’anno i giovani diplomatici in erba di Imun-Italian Model United Nations, la più grande simulazione di processi diplomatici esistente in Italia e in Europa, organizzata da United Network, associazione italiana promotrice di progetti formativi d’eccellenza, riconosciuta a livello internazionale.

Da oggi fino al 20 gennaio 

Il progetto Imun è anche a Napoli per la sua sesta edizione e da oggi, e fino al 20 gennaio, studenti delle scuole superiori di Napoli e di tutta la Regione Campania simuleranno, in lingua inglese, sedute dell’Onu. In svolgimento con il patrocinio del Comune di Napoli e organizzata da United Network, la manifestazione, visto l’enorme numero di partecipanti, si svolgerà in varie location. Palcoscenici che simuleranno il ‘Palazzo di vetro’ saranno a Palazzo San Giacomo, Maschio Angioino, Università Parthenope, Università Telematica “La Sapienza”, Teatro Acacia.

Imun Napoli 2018 si concluderà con una cerimonia di premiazione, in programma il 20 gennaio, presso il Teatro Acacia (diretta streaming sulla pagina Facebook di United Network EU). Accanto a studenti, docenti e genitori personalità istituzionali e diplomatiche. Tra questi hanno confermato la loro presenza: Luigi de Magistris, Sindaco di Napoli; Enrico Panini, assessore al Bilancio, Lavoro e Attività economiche; Jean-Paul Seytre, Console di Francia; Viktor Hamotskyi, Console di Ucraina; Dana Murray, Console agli Affari Politici, Economici, Commerciali degli Stati Uniti d’America; Giovanni Caffarelli, Console di Germania; Maria Luisa Cusati, Console del Portogallo; Ambasciatore; Gabriele Checchia, Comitato Atlantico Italiano. Nel corso della Cerimonia conclusiva saranno premiati i Best Delegate, cioè i più bravi Studenti/Ambasciatori partecipanti all’edizione 2018 di IMUN Napoli.