Slumber, appuntamento al cinema con il demone del sonno

Slumber, appuntamento al cinema con il demone del sonno

Nei cinema italiani dal 1° febbraio distribuito da Koch Media

[Paralisi nel sonno, detta anche paralisi ipnagogica, è un disturbo del sonno in cui, nel momento prima di addormentarsi o, più spesso, al risveglio, ci si trova impossibilitati a muoversi]

ROMA – I tuoi incubi non sono mai stati così reali…
La paralisi del sonno diventa un film horror in Slumber – Il demone del sonno, nei cinema italiani dal 1° febbraio distribuito da Koch Media.
Diretto da Johnatan Hopkins, nel cast: Maggie , Kristen Bush, Sam Troughton, Will Kemp, William Hope e Sylvester McCoy.

Slumber – Il Demone del Sonno | Trailer Ufficiale Italiano | HD

SINOSSI

Alice (Maggie Q) è una specialista dei disturbi del sonno, una donna estremamente razionale, perseguitata, però, dal trauma di aver assistito alla misteriosa morte notturna del fratello minore.
Un giorno, presso il suo studio arriva un’intera famiglia i cui membri sono tutti afflitti da strani disturbi durante la notte. Alice diagnostica a uno dei bambini la “paralisi del sonno”, un fenomeno reale e molto comune in tutto il mondo che porta chi ne soffre a vivere, da svegli, i propri incubi. Durante il sonno ci si ritrova all’improvviso svegli e coscienti, ma come paralizzati e con la sensazione di una minacciosa presenza estranea che incombe o che, addirittura, cerca di fare del male.

Nel tentativo di aiutare questa famiglia, Alice si trova costretta ad abbandonare il ragionamento scientifico e ad accettare che dietro agli incubi dei suoi pazienti ci sia qualcosa di non spiegabile razionalmente. Per sconfiggere questa misteriosa entità, la donna dovrà affrontare anche i propri demoni…

Che cos’è la paralisi nel sonno?

Non puoi muoverti. Sei cosciente, ma immobile nel tuo letto. I minuti che passano scandiscono la consapevolezza che il tuo corpo è paralizzato.
Quella che sembra la trama di un film horror, è in realtà un fenomeno misterioso e inquietante, che può colpire il 10-40% delle persone nel corso della vita.
Si chiama “paralisi nel sonno”, o paralisi ipnagogica, un’incapacità di muoversi quando ci si risveglia durante la fase del sonno Rem, quella nella quale avvengono i sogni e il corpo normalmente si paralizza proprio per impedirci di “vivere i sogni”, agire, e farci male involontariamente.

Nel caso delle paralisi il soggetto sogna letteralmente ad occhi aperti: è ancora immerso nell’attività onirica di sonno Rem ma è sveglio, solo che non può muoversi e non capisce il perché.
I muscoli del corpo non rispondono agli stimoli del cervello, rimanendo “dormienti” per un tempo che arriva al massimo a due minuti.
Sebbene duri poco, la condizione causa stati d’ansia e d’angoscia, e talvolta, si può cadere vittima di allucinazioni visive, veri e propri incubi che prendono forma.
Proprio per questo motivo nei secoli, le paralisi del sonno sono state spesso associate a cause soprannaturali, come fantasmi, spiriti o entità demoiniache.

Paralisi nel sonno e creature demoniache

Una ricerca condotta dall’Università di Padova in collaborazione con l’Università della California e l’Università di Harvard, ha evidenziato come ancora oggi almeno il 38% delle vittime di paralisi del sonno ritenga a causarle sia stata una creatura demoniaca.

In Italia, è soprattutto associata con la Pandafeche, un demone del sonno tipico della tradizione dell’Italia centrale, soprattutto Abruzzo, Umbria e Marche.
Si tratterebbe di una figura spettrale collocata al fianco o al di sopra del dormiente, raffigurata vestita di bianco, dagli occhi demoniaci e un muso lungo e appuntito, con il quale procura delle ferite.

Ma entità soprannaturali come causa delle paralisi del sonno sono presenti anche in altre culture del mondo.
In Giappone si attribuisce la responsabilità al demone Kanashibari, in Cina viene spiegata come “oppressione del fantasma”, in Cambogia è il “fantasma che ti spinge in basso”, la “old hag” a Terranova e in Egitto il demone Shaitan o gli spiriti Jinn.