Lo sbalzo ormonale potrebbe essere legato ai farmaci presi?…

Ieri, 31/01 era il 28 esimo giorno, ma non mi è ancora arrivato il ciclo. Premetto che io e il mio ragazzo abbiamo fatto l amore, ma siamo sempre stati attenti… 

Buongiorno, vi scrivo in quanto il 4/01 mi è arrivato il ciclo(in anticipo di 4-5 giorni a causa probabilmente di vari farmaci presi per l influenza intestinale). Ieri, 31/01 era il 28 esimo giorno, ma non mi è ancora arrivato il ciclo. Potrebbe essere dovuto allo “sbalzo” avuto prima per causa dei vari farmaci che ho preso quando ero malata? Premetto che io e il mio ragazzo abbiamo fatto l amore, ma siamo sempre stati attenti…

Silvia


Cara Silvia,
quando dici che siete stati attenti vuol dire che avete avuto rapporti protetti? 
Tendenzialmente diversi possono essere i motivi per un ritardo come fisiologiche oscillazioni ormonali, assunzioni di farmaci e/o droghe, diete drastiche, alterazioni del ciclo sonno-veglia ma soprattutto stress fisici ed emotivi.  Quando si verifica una situazione di stress vengono prodotti due ormoni il cortisolo e l’adrenalina che ci consentono di far fronte a una situazione di emergenza. Se la situazione si prolunga la reazione “ormonale” di allarme va ad influenzare l’ipotalamo, dove risiedono anche le strutture di controllo del ciclo mestruale. Ciò può causare un blocco dell’ovulazione, o un’alterata produzione del progesterone, per cui le mestruazioni possono presentarsi in anticipo, o ritardare, saltare completamente, o presentarsi con fenomeni di spotting, cioè perdite scarse e scure.
Per cui come vedi diversi sono i fattori che incidono sulle irregolarità del ciclo, ma ribadiamo che è sempre importante proteggere i rapporti scegliendo tra i diversi metodi contraccettivi in commercio in modo da vivere una sessualità in maniera serena e sicura. Il coito interrotto, per quanto sia una pratica abbastanza frequente non è un metodo sicuro perchè non sempre si può avere un perfetto controllo del corpo soprattutto in momenti di grande piacere.
Monitora il ritardo, eventualmente per toglierti ogni dubbio potresti effettuare un test di gravidanza valido sin dal primo giorno di ritardo oppure dopo 12/14 giorni dal presunto rapporto a rischio, ovvero il tempo necessario affinchè l’ovulo fecondato risalga le tube di Falloppio e si impianti sull’endometrio, solo allora il corpo inizierà a rilasciare l’ormone della gravidanza.
Ma ribadiamo che i fattori che incidono sulla regolarità del ciclo sono molteplici soprattutto se non ci sono stati rapporti a rischio.

Un caro saluto!