attualita

Safer Internet Day: il 6 febbraio l’evento al Teatro Brancaccio

ROMA – Torna il Safer Internet Day (#SID2018), la Giornata mondiale per la sicurezza in Rete istituita e promossa dalla Commissione Europea.

Giunta alla sua XV edizione, si celebra quest’anno il 6 febbraio, in contemporanea in oltre 100 nazioni di tutto il mondo.

Obiettivo della giornata: far riflettere le ragazze e i ragazzi non solo sull’uso consapevole della Rete, ma anche sul ruolo attivo e responsabile che ciascuna e ciascuno può giocare per una navigazione positiva e sicura.

Safer Internet Day, l’evento al teatro Brancaccio di Roma

In Italia l’evento nazionale, collegato al #SID2018, si terrà a Roma, presso il teatro Brancaccio, in via Merulana, a partire dalle ore 10.30, alla presenza di circa 900 studentesse e studenti.

Sarà presente la Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Valeria Fedeli, affiancata dalla Garante dell’Infanzia e dell’Adolescenza, Filomena Albano, dal Direttore del servizio di Polizia Postale e delle Comunicazioni, Nunzia Ciardi, e dagli altri partner del Consorzio di ‘Generazioni Connesse’.

Safer Intenet Day: il consorzio Generazioni Connesse in prima linea

Generazioni connesse è il Safer Internet Centre Italiano, cofinanziato dalla Commissione Europea e coordinato dal MIUR, in partenariato con la Polizia Postale e delle Comunicazioni, l’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, l’Università degli Studi di Firenze, l’Università degli Studi di Roma “Sapienza”Save the Children Italia OnlusSOS Il Telefono Azzurro OnlusCooperativa E.D.I., Movimento Difesa del Cittadino Skuola.net e Agenzia di stampa Dire.

L’impegno del MIUR su questi temi va avanti da anni e si arricchisce sempre di nuove iniziative e collaborazioni di grande valore e qualità – sottolinea la Ministra Valeria Fedeli -. L’approvazione di una legge per il contrasto del cyberbullismo è stata una svolta importante. Il Ministero sta lavorando da mesi alla sua attuazione e proprio il 6 febbraio, nella stessa giornata in cui celebreremo il Safer Internet Day, avvieremo i lavori del Tavolo tecnico inter-istituzionale, insediato presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri e coordinato dal MIUR, che elaborerà un Piano di azione integrato per il contrasto e la prevenzione del cyberbullismo e realizzerà un sistema di raccolta di dati per monitorare l’evoluzione di questi fenomeni. Martedì 6 faremo anche un punto di quanto fatto fino ad oggi e di come proseguire per dare alle ragazze e ai ragazzi  le competenze per un uso corretto e attivo degli strumenti di navigazione, ma anche per orientarsi e saper leggere in modo consapevole le informazioni che trovano in Rete”.

Safer Internet Day e Un nodo blu contro il bullismo

In concomitanza con il Safer Internet Day, quest’anno, si celebrerà anche la seconda Giornata nazionale contro il bullismo e il cyberbullismo a scuola dal titolo “Un Nodo Blu – le scuole unite contro il bullismo”.

Un’iniziativa che è stata lanciata dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca nell’ambito del Piano nazionale contro il bullismo.

Le studentesse e gli studenti, gli istituti scolastici e i partner che aderiscono all’iniziativa condivideranno e rilanceranno attraverso i loro canali di comunicazione il “Nodo Blu”, simbolo della lotta nazionale delle scuole italiane contro il bullismo.

Safer Internet Day non solo al Brancaccio

Fitto il programma di iniziative organizzate in occasione del #SID2018 che si svolgeranno sotto l’egida di Generazioni Connesse. Save the Children promuoverà a Firenze, presso l’Istituto degli Innocenti, il secondo seminario formativo destinato a professionisti dell’infanzia, genitori e docenti. È organizzato in collaborazione con l’Università di Firenze (per l’iscrizione occorre cliccare al seguente link e andare alla voce “REGISTRATI”: http://seminarisic.webiac.it/).

Safer Internet Day, gli studenti protagonisti

Anche quest’anno al centro della scena del #SID2018 ci saranno le ragazze e i ragazzi, in particolare quelli tra i 13 e i 18 anni, potenzialmente i più esposti ai pericoli della Rete.

Perché la loro vita è scandita dalla navigazione in Internet. Secondo un’indagine condotta da Skuola.net in collaborazione con l’Università di Firenze, proprio in occasione del #SID2018, più di 2 giovani su 5 sono connessi almeno 5 ore al giorno (il 20,9% dichiara di esserlo sempre).

Un dato che, rispetto a due anni fa, è aumentato quasi del 10%. I social network sono i ‘luoghi’ di ritrovo preferiti: il 33% delle e degli intervistati è attivo quotidianamente su almeno due piattaforme, il 24% su tre, il 10% su quattro, il 15% addirittura su cinque social contemporaneamente.

Con nuovi player che si fanno strada: Facebook crolla (ormai lo usa regolarmente solo un quarto delle e degli adolescenti, nel 2016 erano quasi 2 su 3 a esserci quotidianamente), mentre esplode la Instagram mania (è presente su questo social l’82,7% degli under 18). Cresce anche Youtube (per il 66,5% delle e degli intervistati, in un biennio, ha guadagnato una decina di punti).

Resiste WhatsApp: è il social più utilizzato (circa il 90% dei teenager lo apre almeno una volta al giorno).

Safer Internet Day , gli hashtag ufficiali

Per restare connessi con il Safer Internet Day si potranno seguire i profili Facebook e Twitter di Generazioni Connesse attraverso gli hashtag ufficiali #SID2018#Saferinternetday e #SICitalia. La campagna ‘Un Nodo Blu’ sarà invece accompagnata all’omonimo hashtag #UnNodoBlu anche sui profili social del Ministero (Miur Social).

Safer Internet Day, ecco cosa accadrà al Brancaccio

L’evento al teatro Brancaccio, che si svolgerà fino alle ore 13.00, circa, sarà trasmesso in diretta sulla pagina Facebook del MIUR e su www.generazioniconnesse.it, e si aprirà con un collegamento dall’Europarlamento di Strasburgo dove la Commissaria all’Economia e alla Società digitale, Mariya Gabriel, incontrerà alcune delegazioni di studentesse e studenti con i loro insegnanti per celebrare insieme il Safer Internet Day.

Sarà inoltre presentato il nuovo video, realizzato proprio in occasione del #SID2018, dei “Super Errori”, i cartoon della campagna nazionale lanciata da Generazioni Connesse.

 

Sette personaggi, uno per ogni rischio sulla Rete: Chat Woman, l’Incredibile Url, l’Uomo Taggo, la Ragazza Visibile, Silver Selfie, Tempestata e Il Postatore Nero.  A presentare la kermesse saranno i Panpers di Colorado Cafè.

Durante l’evento la Ministra Valeria Fedeli lancerà in anteprima lo spot sul bullismo realizzato in collaborazione con la RAI. Da anni MIUR e RAI collaborano realizzando iniziative per la sensibilizzazione e l’informazione dell’opinione sui temi del bullismo e cyberbullismo.

Safer Internet Day, piano nazionale formazione docenti

Il MIUR, a seguito dell’entrata in vigore della Legge 71/2017 per la prevenzione e il contrasto del cyberbullismo e dell’emanazione delle successive Linee di orientamento, è impegnato nell’attuazione di un piano nazionale di formazione dei docenti referenti su queste tematiche.

Piano che prevede la creazione di una piattaforma che sarà realizzata in collaborazione con il Dipartimento di Scienze della Formazione e Psicologia dell’Università di Firenze.

La piattaforma sarà disponibile da aprile e si chiamerà ELISA (E-learning degli Insegnanti sulle Strategie Antibullismo). ELISA doterà le scuole di strumenti per intervenire efficacemente sul tema del cyberbullismo e del bullismo.

Due saranno le sezioni di particolare rilievo per le scuole: una sezione per il monitoraggio degli episodi di bullismo e cyberbullismo (con questionari da compilare online per fornire un resoconto sull’incidenza e le caratteristiche del problema nelle classi) e una sezione dedicata alla formazione attraverso moduli e-learning rivolti ai docenti referenti delle scuole italiane (individuati sulla base della legge 71/2017).

Prosegue poi l’attuazione del Protocollo siglato tra il MIUR e SOS Il Telefono Azzurro che prevede un progetto triennale integrato di ascolto e azione contro questi fenomeni per offrire al personale della scuola, alle studentesse e agli studenti e alle famiglie strumenti adeguati per intervenire nel modo più efficace. Grazie a questa collaborazione la Linea di Ascolto e consulenza 19696 e la chat di SOS Il Telefono Azzurro sono diventate linee nazionali di contrasto al fenomeno del bullismo e cyberbullismo. Il servizio è attivo tutti i giorni H24.

Safer Internet Day, lo youtuber Claudio Colica con i ragazzi

Il 6 febbraio incontrerà le ragazze e i ragazzi anche Claudio Colica, giovane attore e youtuber, testimonial della campagna “Be Aware. Be Digital”, promossa dal Dipartimento delle informazioni per la sicurezza (Dis) della Presidenza del Consiglio. Scopo della campagna è quello di promuovere l’utilizzo consapevole del web e delle tecnologie, con particolare riferimento al tema della sicurezza dei dati che immettiamo in Rete. Per questo il Dis si è mobilitato con un’importante iniziativa formativa che prevede, nei prossimi mesi, la presentazione di tutorial e tool di edutainment per i nativi digitali.

Safer Internet Day, IC Largo Oriani di Roma sul palco

Una performance speciale sul tema del bullismo sarà portata al teatro Brancaccio dalle studentesse e dagli studenti della classe 3F dell’Istituto comprensivo Largo Oriani di Roma. Ragazze e ragazzi ed esperti si confronteranno sull’utilizzo del Web e il pubblico sarà chiamato a manifestare la propria opinione sugli argomenti trattati.

In chiusura di mattinata, sul palco del Brancaccio, salirà Marta Pagnini, capitano della Nazionale italiana di ginnastica ritmica e ambassador di “Campioni di Fair Play: percorso valoriale per la diffusione dei valori educativi dello sport, fair play e lotta al bullismo/cyberbullismo”, un progetto sportivo ed educativo per le scuole secondarie di primo grado, realizzato dal CONI e dal MIUR in collaborazione con le Federazioni Sportive Nazionali. Una proposta dedicata alle scuole che offre un pacchetto di attività e servizi, totalmente gratuito, per insegnanti e ragazzi: oltre all’attività multisportiva (con le Settimane di sport, i pomeriggi sportivi e un kit di attrezzature sportive in dotazione alle scuole partecipanti), prevede un Percorso valoriale, “Campioni di fair play”. L’obiettivo è quello di diffondere il gioco corretto con una sezione dedicata alla lotta al cyberbullismo: “Metti in rete il fair play”.