Al via la settima stagione di “Suits”, l’ultima con Meghan Markle

settima stagione di suitsROMA – Mentre infuria la Meghan-Mania e in attesa di ammirare la Markle nel giorno più bello della sua vita (il matrimonio con il Principe Henry of Wales è in calendario per il 19 maggio nella cappella di St. George, all’interno del Castello di Windsor), su Premium STORIES dal 5 febbraio al via la settima stagione di Suits.
Il legal drama andrà in onda ogni lunedì, per 16 appuntamenti, alle ore 21.15.

Dopo aver riscritto le regole del genere e conquistato pubblico e critica, «Suits» ha contribuito a trasformare Meghan Markle in una raffinata 35enne, perfetta sia in sneakers sia in Louboutin. Inoltre, anche se divorziata, con mamma afro-americana e papà di discendenze olandesi-irlandesi, la donna sembra perfetta per il ruolo di futura Principessa grazie al suo impegno nel no profit, mondo nel quale si è prodigata come ambasciatrice di World Vision Canada, recandosi in Rwanda per sostenere la Clean Water Campaign e collaborando con le Nazioni Unite (UN Women).

La settima stagione di Suits

La settima stagione di Suits, tra i titoli di punta della cable USA Network, vede Harvey (Gabriel Macht) in qualità di socio dirigente della Pearson Specter Litt e sorprendentemente in ansia nel timore di non essere all’altezza di Jessica (Gina Torres). Mike (Patrick J. Adams), invece, è finalmente tornato alla P.S.L. e Donna (Sarah Rafferty) chiederà di diventare socia dello studio. Rachel (Markle) è ufficialmente un avvocato e forse una moglie. Louis (Rick Hoffman) continuerà a portare i propri problemi di cuore sul lavoro, mentre la new entry Alex Williams (Dulé Hill) e pronta a rompere i già delicati equilibri della nuova P.S.L..

Dopo l’abbandono di Gina Torres è stata confermata la nascita di uno spin-off di «Suits» ambientato a Chicago, previsto per la primavera 2018, con Torres sia interprete sia produttrice. Tra le curiosità di «Suits», infine, la produzione di un remake coreano in onda nel 2018.

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it