I primi abitanti della Gran Bretagna avevano la pelle nera

A scoprirlo gli studiosi del museo di storia naturale di Londra

primi abitanti della Gran BretagnaROMA – I primi abitanti della Gran Bretagna avevano la pelle nera. Nessun tratto nordico, quindi, a parte gli occhi azzurri.

È il risultato del test del DNA condotto dal museo di storia naturale di Londra su alcuni reperti rinvenuti all’interno della grotta di Gough, nella Gola di Cheddar, nella contea di Somerset.

La pelle chiara un fenomeno recente

L’uomo, vissuto circa 10 mila anni fa nel Mesolitico, era alto circa 1 metro e 65 e sarebbe morto intorno ai vent’anni, probabilmente in modo violento. Analizzando lo scheletro ritrovato si mostra come il colore chiaro degli occhi (azzurri o verdi) si sia evoluto e diffuso nelle popolazioni europee prima della pelle bianca e dei capelli biondi. Caratteri che arrivarono molto più tardi. Sicuramente  come prodotto dei successivi adattamenti evolutivi in aree più a nord del mondo dove la luce solare è minore. La scoperta rivoluzionaria è stata fatta grazie all’analisi super tecnologica di alcuni frammenti di DNA trovati nell’orecchio di quello che è stato rinominato “Cheddar Man”. Oggi si conosce il suo aspetto grazie alle tecniche di ricostruzione facciale utilizzate dagli studiosi. Con la loro ricerca, si può dire con certezza le caratteristiche tipiche oggi degli europei siano molto più recenti di quanto si pensava.