All’Istituto Liceti di Rapallo il Cyberbullismo si combatte con lo Zanshin Tech

ROMA – Giovedì 15 febbraio gli studenti delle classi seconde dell’Istituto Liceti di Rapallo parteciperanno ad incontro nel corso del quale saranno presentati i fondamenti dello Zanshin Tech, la prima arte marziale digitale.

Cyberbullismo, cyberstalking e truffe online sono solo alcuni dei pericoli che si corrono quando ci si connette ad Internet.

Lo Zanshin Tech è una disciplina che unisce gli insegnamenti tradizionali delle arti marziali orientali (non violenza, rispetto dell’altro, serena concentrazione e disciplina), le tecniche di base di cybersecurity e gli insegnamenti sull’uso, anche non convenzionale, delle tecnologie.

L’obiettivo è quello di imparare a controllare se stessi, la tecnologia ed il proprio aggressore. La presentazione si terrà dalle 08.55 alle 10.45 ed avrà come relatori Claudio Canavese (caposcuola e fondatore dello Zanshin Tech), Silvia Perfigli (2° Dan Istruttore e fondatore dello Zanshin Tech) e Stefano Chiola (1° Dan Allenatore e fondatore dello Zanshin Tech).

Nel corso della stessa verranno introdotte le basi dell’aggressione digitale attraverso il punto di vista dello Zanshin Tech e poi saranno illustrate alcune strategie per una prevenzione efficace ed una difesa attiva. I partecipanti saranno coinvolti in un percorso di sensibilizzazione, che partirà dal concetto di realtà (fisica o digitale che sia) per arrivare ad affrontare il tema del conflitto, a riconoscerne gli elementi salienti e a discutere delle possibili contromosse preventive o di contrasto attivo.