Roma, dal 15 al 18 marzo torna ‘Libri Come’

ROMA – E’ dedicata alla ‘Felicita” la nona edizione di Libri Come, la festa del libro e della lettura che invade gli spazi e le sale dell’Auditorium Parco della Musica di Roma. Dal 15 al 18 marzo saranno oltre 130 gli appuntamenti in programma e ben 300 gli scrittori, tra stranieri, del calibro di Nicole Krauss, Nathan Englander, Daniel Mendelsohn, Jennifer Egan, Mathias Enard, Roddy Doyle e Fredrik Sjoberg, agli taliani come Andrea Camilleri, Gianrico Carofiglio, Paolo Di Paolo, Paolo Giordano, Emanuele Trevi, Adriano Sofri, Luca Ricci, Dacia Maraini e Zerocaclare. Come lo scorso anno l’inaugurazione coinvolgera’ 10 biblioteche di Roma dove saranno presentati 10 libri da 10 scrittori. La serata finale, invece, sara’ celebrata la musica, il costume e la politica del ’68 nel cinquantenario del fatidico evento. Domenica 18 marzo, inoltre, sara’ il giorno del primo appuntamento romano de La Frontiera, il progetto sulle migrazioni dell’intellettuale Alessandro Leogrande, prematuramente scomparso.

Libri Come ha la magia di aprire la primavera dell’Auditorium– ha detto l’ad di Fondazione Musica per Roma, Jose’ Dosal, durante la presentazione- Questa nona edizione ha due caratteristiche importanti: una forte vocazione internazionale e l’apertura alla citta’ con il coinvolgimento delle biblioteche e delle scuole. Sono quindi ‘felice’ perche’ nell’asse della lettura Roma c’e’ insieme a Milano e Torino“. Il presidente della Fondazione, Aurelio Regina, ha ricordato che “sono stati oltre 300 mila gli spettatori delle passate edizioni, numeri che contraddicono quelli sugli indici di lettura, ma che dimostrano che Roma ha la sua vetrina“.

Il curatore della festa, Marino Sinibaldi, ha spiegato che la scelta del tema ‘Felicita” “e’ una provocazione e una sfida a noi stessi. La lettura e’ fatta di momenti felici, anche quando leggiamo cose tristi“. Poi ha aggiunto: “Ogni anno noi proponiamo ai lettori romani non gli scrittori che hanno i libri in classifica, ma quelli che pensiamo siano i piu’ amati o che abbiano al loro interno l’elemento della dimensione plurale che porta la lettura di un libro“. Assente il vicesindaco di Roma, Luca Bergamo, impegnato per fronteggiare l’emergenza maltempo nella Capitale.

 

Scuole, mostre e biblioteche

Incontri in biblioteca, mostre, appuntamenti con le scuole. Libri Come si presenta anche quest’anno al pubblico romano con un programma ricco di eventi aperti alla citta’. Quattro gli incontri con scuole e medie superiori su temi di attualita’ e cultura, a conferma dell’impegno del festival con il mondo giovanile. Sara’ Repubblica.it a tenere quest’anno l’ormai tradizionale lezione di giornalismo, mostrando in tempo reale come si fa un giornale online durante ‘Come una notizia’ (venerdi’ 16 marzo). Allo scrittore Paolo Di Paolo e al giornalista Enrico Franceschini e’ invece affidato il viaggio nei classici della letteratura ‘Come un classico’ giovedi’ 15 marzo, mentre la linguista e sceneggiatrice Francesca Serafini, lo stesso giorno, terra’ la lezione di punteggiatura ‘Come un punto e virgola’. Eraldo Affinati animera’, invece, ‘Come una classe’, un incontro sul rapporto tra liberta’ e educazione, in programma giovedi’ 15 marzo.

Per il nono anno consecutivo, poi, le Biblioteche di Roma partecipano alla quattro giorni dedicata al libro con dieci incontri organizzati nelle biblioteche della citta’ il 15 marzo alle 18, spalmando l’offerta di Libri Come anche fuori dall’area dell’auditorium con eventi in contemporanea in dieci quartieri diversi. Alla ‘Enzo Tortora’, a Testaccio, Eraldo Affinati presentera’ ‘Tutti i nomi del mondo’, mentre Roberto Emanuelli sara’ alla ‘Aldo Fabrizi’ a San Basilio con ‘Davanti agli occhi’ e Amir Issaa parlera’ del suo ‘Vivo per questo’ al teatro biblioteca Quarticciolo.

Spazio anche a Jessica Alexander, con ‘Il metodo danese per crescere i bambini felici’ alla biblioteca ‘Collina della Pace’, vicino la Casilina, e a Franco Faggiani con ‘La manutenzione dei sensi’ alla biblioteca ‘Cornelia’. Luigi Guarnieri presentera’ il suo ‘Forsennatamente Mr Foscolo’ alla ‘Giordano Bruno’, in zona Trionfale-Prati, e Marcello Simoni sara’ alla ‘Goffredo Mameli’ al Pigneto con ‘Il monastero delle ombre perdute’. Filippo La Porta portera’ il suo ‘Il bene e gli altri. Dante e un’etica per il nuovo millennio’ alla ‘Penazzato’ sulla Collatina, Paolo Longarini presentera’ ‘Tutte le prime volte’ alla ‘Rugantino’ a Torre Spaccata, mentre Gianarlo Caselli con Guido Lo Forte incontreranno i lettori alla biblioteca di Valle Aurelia con il loro ultimo libro ‘La verita’ sul processo Andreotti’.

sdr dav sdr sdr dav dav dav sdr dav
<
>
dav

Non solo libri, anche foto. Continua, infatti, per il quarto anno consecutivo il work in progress fotografico di Riccardo Musacchio e Flavio Ianniello con la collaborazione di Chiara Pasqualini, ‘AUTORitratti’, la mostra che accosta volti e parole degli ospiti del festival nella mostra al foyer della Sala Sinopoli. ‘Eravamo terraferma’, reportage di Valentina Vannicola che racconta la storia degli abitanti di un’isola del Mar Adriatico tra verita’ e finzione, sara’ ospitato da AuditoriumArte, mentre le vignette e i personaggi del famoso fumettista e autore satirico Altan saranno in mostra in ‘Altan. Un’antologia per la Felicita”, nel foyer della sala Petrassi con una ricostruzione di piccole e grandi (in)felicita’ pubbliche e private del nostro Paese.

Tante le collaborazioni che ampliano la rete di legami con citta’ e realta’ culturali che Libri Come ha costruito negli anni. L’11 marzo la festa del libro sbarca a Milano con un’anteprima a ‘Tempo di Libri’ in Fieramilanocity, con lo scrittore irlandese Roddy Doyle, presente anche all’anteprima romana prevista per mercoledi’ 13 marzo allo spazio Wegil a Trastevere. Si stringe anche la collaborazione con il Salone del Libro e con il Circolo dei lettori di Torino.

Domenica 18 marzo appuntamento romano con ‘La Frontiera’, il progetto sulle migrazioni di Elena Stancanelli e Alessandro Leogrande, lo scrittore e giornalista italiano scomparso lo scorso anno. Un incontro sul progetto, che vede la collaborazione di diverse realta’ (Rai-Radio3, Laterza Editore, Salone del Libro di Torino, il festival milanese di BookPride, il supplemento culturale di Repubblica-Robinson e l’associazione Piccoli Maestri), a cui parteciperanno la scrittrice ed avvocato Simonetta Agnello Hornby, l’economista Emanuele Felice e la sociologa Gabriella Turnaturi, che cercheranno insieme parole e pensieri condivisi per una nuova narrazione del fenomeno migratorio, nel nome di Leogrande, scomparso a soli quarant’anni.

A completare il quadro delle voci di Libri Come, anche Action Aid, con un incontro sulle disuguaglianze, Save The Children, che invece parlera’ di scuola, e Amnesty International, che si inserisce nel programma della manifestazione con la presentazione del libro dello scrittore siriano Khaled Khalifa il 18 marzo alle 18.