Oscar 2018, Netflix "si intrufola" a Hollywood con Mudbound

Oscar 2018, Netflix “si intrufola” a Hollywood con Mudbound

La pellicola, proiettata in anteprima al Sundance Film Festival, è la prima distribuita da Netflix a ricevere 4 candidature

ROMA – Sebbene la Forma dell’Acqua (Shape of Water) di Guillermo del Toro sia il superfavorito alla vittoria agli Oscar 2018, riflettori puntati sul poker di nomination di Mudbound.
La pellicola, proiettata in anteprima al Sundance Film Festival, è la prima distribuita da Netflix a ricevere 4 candidature.
Adattamento cinematografico del romanzo Fiori nel fango di Hillary Jordan, Mudbound è in lizza per la Migliore attrice non protagonista a Mary J. Blige, la Migliore sceneggiatura non originale a Dee Rees e Virgil Williams, la Migliore fotografia a Rachel Morrison e la Migliore canzone a Mighty River.

Riuscirà ad arraffare qualche statuetta?
Non resta che seguire la 90esima Notte degli Oscar domenica 4 marzo.

Nel frattempo, ABA English, scuola di inglese online con un metodo unico di apprendimento basato sulla visione di film, svela qui tutte le curiosità, le sorprese e i grandi assenti di questa edizione da record degli Academy Awards.

Donne da record

Meryl Streep diventa l’attrice con più nomination nella storia degli Oscar (21) grazie al suo ruolo in The Post
Rachel Morrison è la prima donna a ricevere una candidatura per la miglior fotografia con Mudbound
Greta Gerwig è la quinta donna nominata per la miglior regia nella storia degli Oscar, con il film Lady Bird

Spielberg e altri grandi assenti

La 90esima Notte degli Oscar cela diverse sorprese e alcune assenze importanti.
Non sono candidati Wonder Woman di Patty Jenkins come miglior film, Steven Spielberg come miglior regista per The Post, Tom Hanks come miglior attore per The Post e Jessica Chastain come miglior attrice per Molly’s Game

Talento black

Jordan Peele potrebbe diventare il primo regista afro-americano a vincere l’Oscar per la miglior regia con Get Out
Denzel Washington ottiene l’ottava nomination per suo il ruolo in Roman J. Israel, Esq., diventando così l’attore nero con il maggior numero di nomination nella storia dei premi
– La cantante Mary J. Blige ottiene ben 2 nomination: miglior attrice non protagonista e miglior canzone, entrambe per il film Mudbound

Oscar senza età

– A 88 anni, Christopher Plummer è l’attore più anziano a ricevere una nomination nella storia degli Oscar
– A 22 anni, Timothée Chalamet è l’attore più giovane ad essere candidato nella categoria miglior protagonista dal lontano 1939

Sapevate che…

  • Il compositore John Williams ha battuto il suo record personale di nomination arrivando a 51, accorciando la distanza con le 59 nominations di Walt Disney.
  • Netflix “si intrufola” a Hollywood con Mudbound, il primo film della piattaforma di streaming a ricevere 4 nomination agli Oscar
  • Yance Ford è il primo regista transgender nominato per un Oscar: corre per il premio al miglior documentario con Strong Island

Se tra i vostri propositi per il 2018 c’era quello di migliorare l’inglese, vedere film in versione originale è un ottimo metodo: tra tutte le pellicole candidate non resta che scegliere quella che più si avvicina ai vostri interessi. Guardare un film che emoziona o nella cui storia ci si identifica aumenta il livello di attenzione, facilitando e perfezionando la capacità di comprensione dell’inglese quasi senza accorgersene.

È anche possibile esercitarsi nella lingua di Hollywood con l’app di ABA English, che offre un metodo di apprendimento intuitivo basato sulla visione di cortometraggi esclusivi girati a New York e Londra.