Chitarra al fianco e musica d’autore, Marco Greco racconta il suo album d’esordio

L’intervista ai microfoni di diregiovani.it

marco greco intervistaROMA – Una chitarra sempre al fianco e la musica nel sangue. È l’identikit di Marco Greco, romano classe 1991. Giovane sì ma con le idee chiare sul suo futuro di artista. Di musica e del percorso che lo ha portato a produrre il suo disco d’esordio ha parlato ai microfoni di diregiovani.it.

La musica per dire quello che è difficile da comunicare 

Marco comincia fin da piccolo a scrivere, ad accompagnarsi e a cantare. Passo dopo passo alla ricerca di un suo stile personale. Lo fa ascoltando i maestri della canzone italiana, quali Modugno, Battisti, Dalla, Paoli, Tenco, Conte, Gaetano, De Andrè, ma anche gli stranier. Dagli americani Dylan e Cohen, fino al francese Leò Ferrè.

La sua vita, però, cambia con Sconosciuti, il nuovo singolo (da oggi in radio) vincitore del Premio De Andrè 2016. È in quell’occasione che conosce Fausto Mesolella che, prima della sua scomparsa il marzo 2017, è diventato produttore artistico dell’album. Il brano – che all’interno del cd sarà anche in duetto con Federico Zampaglione dei Tiromancino – racconta, nella forma di una ballata intima e misteriosa, la contraddizione di un amore intenso e distante.

Calda e avvolgente, la canzone spiega bene le qualità artistiche di Marco: l’attenzione alle parole e a sonorità in grado di rappresentare – quasi per immagini – i concetti. “Ho sentito suonando – ha raccontato Marco nella nostra intervista – che la musica poteva essere un mezzo espressivo importante con cui riuscivo a dire cose che nella vita di tutti i giorni non riuscivo a dire”. Il repertorio di Marco Greco lo si potrà ascoltare live a partire dal 30 marzo all’Auditorium Parco della Musica di Roma, il primo appuntamento di un tour che toccherà un po’ tutte le città d’Italia.

Ecco l’intervista.

Il video di Sconosciuti

Il videoclip di Sconosciuti, diretto da Adriano Natale e Daniele Fontana, è stato girato tra i quartieri più suggestivi di Roma. Garbatella e Ostiense, ma anche nelle zone del centro storico come il mercato di Campo de Fiori, Ponte Sisto e l’Isola Tiberina. Nelle immagini è ritratta una Roma invernale e misteriosa, sospesa in atmosfere inquieta che rispecchiano l’animo dei due personaggi l’uno in cerca dell’altro. Il protagonista maschile è interpretato dallo stesso Greco, mentre Maria Vera Ratti interpreta il ruolo femminile. Fa un cameo a sorpresa l’attore Massimo Lopez che si è prestato a comparire amichevolmente nelle riprese. 

Sconosciuti è il secondo singolo che farà parte del debut album del cantautore in uscita entro la fine dell’anno. Il brano segue l’uscita di Tutta Mora, il primo singolo.