IMPARA A NUOTARE VOL. 1. Quando un laboratorio diventa una compilation inedita

Roma – Se n’era già parlato un anno fa, il laboratorio didattico per musicisti e cantautori “Impara a nuotare” prendeva inizio e i presupposti per un finale a sorpresa c’erano tutti. Ma procediamo con ordine, si sono conclusi a maggio 2017 i cicli di incontri con il coordinamento didattico e artistico del cantautore e produttore Filippo Gatti con l’associazione Tutto Lascia Traccia. Appuntamenti nati per tirare fuori la bellezza e fornire istruzioni per l’uso a giovani artisti su come realizzare una canzone e orientarsi in tutte le fasi della creazione: dalla genesi del testo alla spinosa questione produttiva e promozionale, perché negli anni Duemila autoprodursi, “vendersi” e pubblicizzarsi è prassi all’ordine del giorno.

La classe a numero chiuso è cresciuta appuntamento dopo appuntamento grazie a “maestri” come Francesco Bianconi, Riccardo Sinigallia, Francesco Di Bella, Giorgio Canali, Fabio Patrignani, Federico Guglielmi e Francesco Motta. Un lavoro importante che ha preso vita e forma con IMPARA A NUOTARE VOL. 1, la compilation uscita in queste ore su tutte le piattaforme digitali. Ventisette tracce prodotte da Filippo Gatti: brani inediti, scritti, arrangiati e registrati durante gli appuntamenti del laboratorio nel club romano ‘na cosetta. Al suo interno anche un inedito dello stesso Gatti, scritto durante le giornate di laboratorio e di registrazione dei brani all’Ortostudio in Maremma e ispirato proprio dall’atmosfera di gruppo e dal lavoro di creazione collettiva.

IMPARA A NUOTARE VOL. 1 raccoglie canzoni con un’anima e uno spirito diverso, legate e slegate allo stesso tempo, perché scritte da autori diversi ma prodotte nella stessa “stanza”. “Si potrebbe ascoltare come una playlist di canzoni libere e coraggiosamente imperfette.
Nate in una città del nostro paese in un preciso momento nel tempo. Realizzate col minimo indispensabile.
Un documento di cosa siamo quando non stiamo pensando a ciò che dovremmo essere” racconta Filippo Gatti.Ogni persona ha dentro di sé una canzone. Chi dedica la propria vita alla produzione di canzoni può averne più di una.
 Alcune canzoni sono segreti da custodire.
Altre diventano vive solo quando le condividiamo. Oggi sembra che le grandi canzoni siano soltanto delle divise che indossiamo per nasconderci tra la folla.
 Abbiamo lanciato un laboratorio per discutere di questo, per chiederci cosa sia una canzone oggi. Senza barriere tra i maestri e chi vuole imparare, perché il gioco è non smettere mai di imparare.
Volevamo parlare ma poi abbiamo iniziato a fare.
Volevamo scegliere le canzoni migliori da produrre insieme, ma poi abbiamo capito che saremmo stati migliori producendo tutte le canzoni insieme. Un gruppo di amici che vanno al mare e si tuffano per stare meglio”.

E allora buttatevi anche voi, scoprirete più di un universo e molta poesia unita, in qualche caso, a un poco di ironia. Un ascolto felice, canzone dopo canzone, che racconta più storie, la prima su tutte è quella di un gruppo di artisti che ha imparato a nuotare.

[Del Laboratorio IMPARA A NUOTARE, dopo l’uscita della compilation Vol.1, è già prevista una seconda edizione, a Maggio a Napoli, presso il locale MMB

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it