Pigreco day, Fedeli: “Ormai appuntamento annuale”

La ministra alle ragazze: “Matematica è per voi, competete e vincete”

ROMA – “Vorrei che questa giornata diventi un appuntamento annuale. E’ il secondo anno che al Miur celebriamo il Pigreco day e gia’ l’anno scorso abbiamo assistito a uno straordinario successo e impegno da parte dei ragazzi. Spero che tutto cio’ possa durare nel tempo“. Cosi’ la ministra dell’Istruzione, Valeria Fedeli, nel corso del Pigreco day, la giornata dedicata alla costante matematica piu’ famosa al mondo, in corso oggi nella sede del Miur.

All’evento hanno preso parte in diretta streaming centinaia di squadre da tutta Italia che si sono sfidati con formule e numeri on line. Questo il programma della giornata: dodici le squadre in competizione presenti al Miur, quattro per ogni ordine di scuola, da quattro giocatori ciascuna.

Le squadre hanno affrontato due eliminatorie per poter accedere alla finale. Contemporaneamente e’ partita la sfida tra gli istituti on line: vince chi riesce a risolvere il maggior numero di quesiti nell’arco della giornata. Ogni team di ciascun istituto potra’ essere formato al massimo da 30 alunni.

Il Pigreco Day e’ promosso dalla Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici con il contributo organizzativo di ‘Spettacoli di Matematica APS’, in collaborazione con Redooc. Durante l’evento e’ andata in onda anche la presentazione ufficiale del film ‘La Direzione del Tempo’, la pellicola coprodotta dalla Rai, a breve in distribuzione in tutte le scuole secondarie di II grado. Nel corso della mattinata, infine, anche il video saluto della professoressa Lorella Carimali partita e oggi stesso per Dubai in rappresentanza dell’Italia per il Global Teacher Prize.

Obiettivo del Pigreco Day e’ avvicinare tutti alla matematica, in particolar modo, bambine e ragazze: “In questa occasione– ha aggiunto la ministra Fedeli- mi voglio rivolgere soprattutto alle ragazze che spesso pensano di non essere adatte a studi scientifici o matematici. Voglio dire loro che non e’ vero, la matematica e’ per tutti e tutte. Spesso sin da piccoli cercano di convincerci del contrario, che le materie umanistiche sono piu’ adatte a noi. Non e’ cosi’. Mi hanno detto che molte di loro erano piu’ titubanti a partecipare alle gare della giornata, sono convinta invece che hanno tutte le caratteristiche necessarie per partecipare, competere e vincere“.