Ho dolore al seno come ogni mese e perdite bianche e maleodoranti…

Giorno 10 marzo ho avuto un rapporto non protetto con eiaculazione fuori. Oggi 22 febbraio non mi è ancora venuto il ciclo, potrei essere incinta?

Buona sera. Ho un ciclo regolare, anzi molte volte in anticipo(26 giorni)
Ultima mestruazione giorno 21 febbraio. Gli inizi di marzo sono stati molto stressanti e depressivi per me, e credo che c’entri Con il mio ritardo.
Giorno 10 marzo ho avuto un rapporto non protetto con eiaculazione fuori.
Oggi 22 febbraio non mi è ancora venuto il ciclo. Ho dolore al seno come ogni mese, e delle perdite bianche e maleodoranti. Secondo voi ho possibilità di essere incinta?

Pia, 18 anni


Cara Pia,
la produzione di secrezioni vaginali è un’attività comune nel corpo femminile. La cervice infatti espelle del muco chiaro dalla vagina per mantenere uno stato di salute sano della stessa. Le perdite bianche solitamente si presentano durante i giorni fertili all’ incirca nel periodo pre e post ovulatorio e sono correlate a fattori ormonali.
In genere nel periodo ovulatorio le perdite di muco vaginale si presentano acquose, filanti e trasparenti, assumono cioè un aspetto simile a quello della “chiara (albume) dell’uovo” e si mantengono tali fino alla fine dell’ovulazione, per diventare poi dense e biancastre subito dopo l’ovulazione. Il cambiamento però della frequenza, dell’odore e delle secrezioni stesse possono anche essere legate ad una infezione intima, ma questo è possibile dirlo facendo degli esami più specifici. Spesso queste perdite vengono anche accompagnate da forme di prurito che potrebbero far pensare alla candida, magari anche ad reazione allergica ai salvaslip, ad oscillazioni ormonali, fattori di stress ma essendo una consulenza online è impossibile poter fare diagnosi precise.
Potrebbe essere utile invece, come tu stessa suggerivi, di anticipare la visita dalla ginecologa oppure, qualora non fosse possibile, potresti anche parlarne con il tuo medico di base e confrontarsi sulla possibilità o meno di fare degli esami specifici magari come un tampone vaginale. Con il ginecologo potresti anche confrontarti sui diversi metodi contraccettivi e scegliere quello che maggiormente soddisfa le vostre esigenze, perchè il coito interrotto per quanto sia un metodo alquanto diffuso non è sempre sicuro in quanto in momenti di piacere potrebbe essere difficile avere un controllo assoluto del corpo.
Ricorda che in una situazione di stress vengono prodotti due ormoni il cortisolo e l’adrenalina che ci consentono di far fronte a una situazione di emergenza. Se la situazione si prolunga la reazione “ormonale” di allarme va ad influenzare l’ipotalamo, dove risiedono anche le strutture di controllo del ciclo mestruale. Ciò può causare un blocco dell’ovulazione, o un’alterata produzione del progesterone, per cui le mestruazioni possono presentarsi in anticipo, o ritardare, saltare completamente, o presentarsi con fenomeni di spotting, cioè perdite scarse e scure.
Prova ad aspettare l’arrivo del ciclo, oppure se questo ti desta molta ansia potresti effettuare un test di gravidanza valido sin dal primo giorno di ritardo oppure dopo 12/14 giorni dal presunto rapporto a rischio.
Speriamo di essere stati di aiuto.
Un caro saluto!