Justin Bieber pensa ad un album “Cristianamente adeguato”

ROMA – Justin Bieber riscopre la sua spiritualità.
Dall’alto dei suoi 24 anni, 10 dei quali trascorsi tra scandali ed eccessi, il cantante canadese ha deciso di ravvedersi.
Un percorso di “redenzione” iniziato nel 2017, secondo molteplici fonti.

Dalla fine del suo “Purpose World Tour” Bieber non ha perso occasione per dimostrare al mondo di esser cambiato e di aver ritrovato la sua fede, diventando uno dei volti più famosi della Chiesa Evangelica di Hillsong, Australia.

Sembra inoltre che il cantante abbia deciso di dimostrare ulteriormente a Dio la sua devozione.
Per farlo, riporta Metro, ha deciso di dare al suo quinto album un’impronta maggiormente “cristiana”.

“Justin, è alla ricerca di canzoni che riflettano al meglio ciò che sta passando in questo momento della sua vita” ha detto una fonte alla rivista ‘The Sun’.

“E’ sempre stato religioso ma negli ultimi due anni ha deciso di avvicinarsi ulteriormente alla Chiesa di Hillsong, cosa che ha cambiato completamente la sua vita. E’ una persona totalmente diversa ora!”, prosegue la fonte. “Il tempo trascorso in Chiesa lo ha riportato al mondo. Nonostante le persone che stanno lavorando al suo nuovo album siano le stesse che lo hanno aiutato nella creazione di ‘Purpose’, Bieber ha deciso di modificare alcuni aspetti della sua musica in modo tale che sia più in linea con i valori e le credenze cristiane”.