Protocollo contro il bullismo tra Garante Infanzia Lazio e I.C. Frezzotti Corradini di Latina

ROMA – Un ‘nucleo operativo’ contro il bullismo e il cyberbullismo. E’ quanto prevede il protocollo d’intesa, operativo da tre anni e rinnovato questa mattina, tra il Garante dell’Infazia e l’Adolescenza della Regione Lazio, Jacopo Marzetti, e la preside dell’istituto comprensivo Frezzotti Corradini di Latina.

Il progetto mira a creare una rete tra tutti i soggetti del territorio coinvolti nel contrasto ai due gravi fenomeni. Tra questi, il prefetto e il questore di Latina, rispettivamente Maria Rosaria Trio e Carmine Belfiore, la Polizia postale, il Tribunale dei minori, la Asl e il Servizio di igiene mentale, tutti co-firmatari dell’intesa.

Le parti andranno a costituire appunto il nucleo operativo che avra’ il compito di avviare una serie di azioni per sensibilizzare e formare studenti, docenti e genitori e mettere in atto iniziative mirate, tra cui, un grande convegno nel capoluogo pontino da realizzare a breve. Il tutto, con particolare attenzione ai genitori: “Sono loro spesso a chiederci aiuto- spiega la preside Roberta Venditti- specialmente per cio’ che riguarda il cyberbullismo. Non essendo nativi digitali ci chiedono una ‘cassetta degli attrezzi’ per avere quelle competenze che permettano loro di affrontare la questione”.

“Il nostro- prosegue la dirigente scolastica- e’ un impegno che va avanti da tempo. Abbiamo gia’ realizzato molti progetti, tra cui un cortometraggio premiato dalla Rai e siamo da sempre in prima fila contro il bullismo. Un ringraziamento particolare va al Garante dell’Infanzia della Regione Lazio, dal quale abbiamo sempre avuto grande attenzione”. “La collaborazione tra le varie istituzioni- commenta Marzetti con l’agenzia Dire- e’ molto importante per la prevenzioni di fenomeni come bullismo e cyberbullismo. Questo e’ un primo passo a cui dovranno seguire altre azioni”. In futuro inoltre, “mi auguro che verranno realizzati ulteriori protocolli e campagne di sensibilizzazione anche sui danni provocati sui minori dalla conflittualita’ genitoriale”.