Proclamati i vincitori del Certamen di latino

Il 19 aprile la premiazione alla Lumsa di Roma

ROMA – ‘Il tema dell’acqua nel mondo classico e nella civilta’ contemporanea’; questo l’argomento sul quale si sono sfidati gli studenti dei licei di tutta Italia con elaborati in lingua latina. Un concorso patrocinato dal Miur con la collaborazione del Ministero per i Beni e le Attivita’ Culturali e dell’ Universita’ LUMSA di Roma.

Sara’ proprio l’ateneo romano ad ospitare la cerimonia di premiazione dei lavori, che si terra’ giovedi’ 19 aprile presso la Sala Giubileo della LUMSA. Ad intervenire saranno Sabrina Bono, capo di Gabinetto del Ministero dell’Istruzione e Gildo De Angelis, Direttore dell’Ufficio scolastico regionale. Con loro, presenti anche docenti universitari di lingua latina, che apriranno un dibattito sul ruolo delle lingue antiche nel momento storico attuale.

L’attenzione sara’ rivolta soprattutto ai ragazzi vincitori del concorso. Due le categorie proposte: il Certamen di poesia latina, giunto alla sua settima edizione, e il Certamen per i cultori del latino. Quest’anno i concorsi sono stati dedicati rispettivamente al professore Vittorio Tantucci, celebre latinista, e al professore Scevola Mariotti, co-autore del piu’ noto Vocabolario in lingua latina.

Studenti liceali e docenti universitari discuteranno insieme sui valori del mondo classico attraverso le categorie storico-temporali della modernita’, con riferimento al problema della diseguale distribuzione dell’acqua. Accanto alle relazioni dei latinisti verranno esposti i lavori degli istituti liceali. I ragazzi si sono soffermati sulla distribuzione dell’acqua come simbolo della disuguaglianza tra esseri umani, attualizzando il dramma dell’inquinamento acquifero riferito ai danni subiti dai luoghi in cui vivono.

Il Convegno sara’ anche un’occasione per riflettere sullo studio delle lingue classiche e sulla sorte dei licei umanistici, che quest’anno hanno registrato una notevole crescita nelle iscrizioni. Il vincitore del Premio Scevola Mariotti e’ Giovanni Andrisani con il Carme “Mira at vera tamen”. Si sono aggiudicati il primo premio del Certamen Vittorio Tantucci Marco di Filippo del liceo “Colletta” di Avellino ex aequo con Francesca Santaniello cde l liceo classico statale “Archita” di Taranto. Secondi classificati Paolo Ricciardi del liceo Marconi-Delpino di Chiavari (Genova) ex aequo con Cristina Di Pietro de liceo “Elena Principessa di Napoli” di Rieti.