Bambino cinese nasce 4 anni dopo la morte dei genitori

Bambino cinese nasce 4 anni dopo la morte dei genitori

La coppia, deceduta in un incidente stradale nel 2013, stava provando ad aver un figlio tramite la fecondazione in vitro

ROMA – Non ci sono precedenti per quello che è accaduto in Cina, dove un bambino è nato 4 anni dopo la morte di entrambi i genitori.
La coppia, deceduta in un incidente stradale nel 2013, stava provando ad aver un figlio tramite la fecondazione in vitro.

Quattro anni dopo, gli embrioni congelati sono stati impiantati in una madre surrogata e il piccolo Tiantian è venuto al mondo.
La mancanza di precedenti per un caso di questo tipo ha costretto i genitori della coppia deceduta a intraprendere una lunga battaglia legale per ottenere il via libera alla maternità surrogata.

Un caso senza precedenti

Al momento dell’incidente, gli embrioni erano stati congelati e immagazzinati in un ospedale di Nanchino.
I futuri nonni hanno iniziato una battaglia legale per i diritti sugli ovuli fecondati.
Tuttavia, non essendoci precedenti, sono andati incontro a numerosi ostacoli.
Ottenuti gli embrioni, è sorto il problema della maternità surrogata, illegale in Cina.

I nonni hanno guardato oltre i confini del paese, scegliendo il Laos come alternativa.
Ma nessuna compagnia aerea era disposta ad accettare a bordo una bottiglia di azoto liquido di dimensioni termiche. Così, il prezioso carico è stato trasportato in auto.

In Laos, l’embrione è stato impiantato nel grembo della madre surrogata e nel dicembre 2017 è nato Tientien.

Risolto un problema, se ne creò un altro: la cittadinanza del bambino non risultava cinese.
Tutti e quattro i nonni si sono dovuti sottoporre ad un test del DNA per stabilire che il piccolo fosse davvero il loro nipote.